Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Boccadasse, divieto di balneazione per acqua inquinata: nuova verifica tra 72 ore

Il provvedimento arriva dopo il campionamento di routine da parte dei tecnici di Arpal

Genova. Esito sfavorevole per le analisi sul campione routinario prelevato nel punto “Boccadasse”, comune di Genova che, dunque, al momento risulta non conforme. Entro 72 ore, condizioni meteomarine permettendo, verrà effettuato il campione “suppletivo” per verificare l’inquinamento di breve durata, o viceversa confermare la non conformità.

Per questo motivo, quindi, la balneabilità della spiaggia risulta sospesa, in attesa di un nuovo riscontro che arriverà nei prossimi giorni. Fare il bagno nel borgo-cartolina di Genova, quindi, ad oggi non è consentito.

Alle ore 18 del 6 agosto, su 380 punti in cui è stata suddivisa la costa ligure per l’estate 2020, 371 risultano conformi, 7 non conformi (oltre a Boccadasse, nell’elenco ci sono i punti San Martino e Corso Trento e Trieste a Sanremo, Levante Torrente Rexello, Ponente Torrente Rexello, Lungomare Pegli, tutti nel comune di Genova, e Levante Torrente Maremola, nel comune di Pietra Ligure –Savona) mentre in due (“II Traversa Olivo”, comune di Portovenere e “Manarola lo Scalo”, comune di Riomaggiore) vige una chiusura preventiva disposta dal Sindaco.