Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Avevano fatto scoppiare la maxi rissa a Santa Margherita, sei giovani nei guai foto

Per due di loro arresti domiciliari. Per risalire ai responsabili i carabinieri hanno vagliato video e foto sui social

Santa Margherita Ligure. Arresti domiciliari per un 23enne e un 26enne e presentazione a quotidiana alla stazione dei carabinieri per altre quattro persone tra i 20 e i 30 anni. Sono le misure cautelari disposte dal gip e eseguite dai militari di Santa Margherita Ligure nell’ambito delle indagini su alcuni episodi di violenza durante la movida rivierasca.

Generica

Altri tre coetanei sono stati denunciati a piede libero per favoreggiamento. I reati contestati sono rissa, porto abusivo di armi, lesioni, guida in stato d’ebbrezza ed evasione.

I fatti oggetto di indagine risalgono, in particolare, alla rissa avvenuta a Santa Margherita Ligure lo scorso 6 giugno, nel corso della quale ci fu anche il tentativo di investimento di un giovane.

Le indagini, grazie all’acquisizione dei filmati diffusi sui social, delle immagini registrate dai sistemi di videosorveglianza comunali e privati e ai riscontri incrociati fra le numerose testimonianze raccolte, hanno permesso di identificare la quasi totalità dei partecipanti alla rissa.

L’indagine fa da corollario all’attività di prevenzione e repressione dei reati connessi alla movida. Solo a Santa Margherita, da inizio giugno, i carabinieri hanno denunciato 27 persone per guida in stato d’ebbrezza ed elevato sanzioni amministrative a giovani, titolari di locali e discoteche del levante ligure per violazioni delle disposizioni sia in materia di Covid 19 che delle ordinanze sindacali in tema di decoro urbano.