Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Autostrade, ancora chiusure e cantieri: il vero caos in Liguria tornerà dopo Ferragosto

Domani sera scatta la chiusura della galleria Monte Galletto fino al 25 agosto, in mezzo ci sono due weekend da "bollino rosso" per il contro-esodo

Più informazioni su

Genova. Ultime ore del weekend da “bollino nero” sulle autostrade liguri, interessate come tutta la rete italiana dal traffico intenso dell’unico vero esodo estivo al quale si aggiunge lo sciopero a intermittenza dei casellanti. Dopo il sabato pomeriggio di passione sulla A12 nel Tigullio, i disagi proseguono con rallentamenti tra Rapallo e Chiavari, dove sono ancora attivi alcuni cantieri, e nel tratto tra Genova Est e Genova Nervi.

Ma è soprattutto dopo Ferragosto che si rischia una nuova ondata di caos sul nodo genovese. Domani sera (lunedì 10 agosto) scatta infatti alle 22 la chiusura della galleria Monte Galletto sull’autostrada A7, misura che andrà avanti per oltre due settimane e cioè fino alla sera del 25 agosto, abbracciando in pieno il periodo del contro-esodo.

Lo stop al traffico nel tunnel, in cui Autostrade deve eseguire lavori di manutenzione dopo le forti criticità emerse durante le ispezioni, provocherà soprattutto l‘interruzione della circolazione tra l’allacciamento A7/A12 e il casello di Bolzaneto in direzione Nord. Chi arriva da Levante non subirà limitazioni grazie a uno scambio di carreggiata che tuttavia comporterà come “effetto collaterale” la chiusura dell’allacciamento A7/A12 in direzione Livorno per chi arriva da Bolzaneto.

La conseguenza pratica è che i veicoli diretti a Milano non potranno entrare in autostrada a Genova Ovest, ma nemmeno percorrere il nuovo ponte Genova San Giorgio perché tutto il flusso in arrivo dalla A10 verrà deviato in direzione Levante sulla A12. Una circostanza che rischia di avere effetti pesanti su tre fronti: quello dei turisti che rientrano dalle vacanze in Sicilia e Sardegna e sbarcano dai traghetti del porto di Genova, quello del traffico diretto in Lombardia dalla riviera di Ponente e quello dei mezzi pesanti in uscita dal bacino portuale di Sampierdarena.

In tutti i casi l’alternativa più semplice sarà proseguire in A10 verso Ponente e raggiungere la pianura padana tramite l’autostrada A26. Ma il periodo della chiusura coincide con ben due weekend da “bollino rosso” (16-17 e 22-23 agosto) e in quelle giornate il traffico sarà già congestionato per il rientro di massa dalla riviera. Situazione che potrebbe quindi degenerare ancora una volta sulla fragile rete della Liguria.