Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Val Bisagno, l’asfalto sprofonda dopo i cantieri “infiniti” sul rio Torre: verifiche in corso foto

I cantieri hanno chiuso i battenti a dicembre: da questa notte segnalati quelli che sembrano essere i primi cedimenti

Genova. Saranno effettuate delle verifiche strutturali alla strada su Lungobisagno Dalmazia, dopo che da questa notte sono comparsi almeno due affossamenti dell’asfalto in mezzo alla carreggiata, da subito transennata dalla polizia locale

Non stiamo parlando però di una strada come le altre: lo scorso dicembre, infatti, dopo anni di attese, intoppi e ritardi, qui si sono conclusi i lavori del primo lotto per la messa in sicurezza del rio Torre, detto il Bisagnetto, che da sempre tiene in scacco la zona di Piazza Adriatico, e non solo, con le sue piene e i suoi allagamenti.

Un cantiere che, come ricorderete, creò molto disagio alla viabilità di tutta la vallata, riducendo ad una sola corsia per senso di marcia la carreggiata. Questa notte, però, la segnalazione degli sprofondamenti, che secondo alcuni potrebbero essere in corrispondenza dei pozzi scavati per le opere idrauliche necessarie al contenimento del rio in piena.

Le verifiche che saranno fatte nelle prossime ore, quindi, cercheranno di capire se quanto sta accadendo sia conseguenza di un assestamento del terreno, fisiologico, o ad un problema invece strutturale. Questa ultima ipotesi, se fosse confermata, sarebbe sicuramente una doccia fredda per i residenti del territorio, che dopo anni di disagi si troverebbero al punto di partenza. Il classico ‘oltre al danno, la beffa’.

(Foto Comitato Cittadini Piazza Adriatico)