Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Trasporto pubblico, bus gratis per valli Stura, Orba e Leira fino a fine agosto

Saranno bus a chiamata, "Free Bus in the Park", capace di trasportare residenti e turisti anche nelle frazioni più lontane

Più informazioni su

Genova. Le Valli del Sol, Stura, Orna e Leira, chiamano e Atp risponde. E lo fa anche in tempo per la stagione estiva e l’arrivo dei villeggianti nelle vallate, visto che da lunedì prossimo, 6 luglio, partirà un nuovo servizio a chiamata: il “Free Bus in the Park”, che consentirà di offrire un mezzo di trasporto pubblico e soprattutto gratuito capace di trasportare residenti e turisti anche nelle frazioni più lontane dei cinque comuni del comprensorio: Mele, Campo Ligure, Masone, Rossiglione e Tiglieto.

Un’iniziativa fortemente voluta dai sindaci e finanziata in collaborazione con l’Agenzia di Sviluppo GAL Genovese S.r.l. e grazie ai fondi del progetto europeo Alpine Space Smart Villages. Il sistema di funzionamento sarà lo stesso del “Chiamabus” modalità di trasporto che ha funzionato perfettamente durante il periodo di lockdown: basterà chiamare comunicando il percorso al seguente numero verde: 800499999, che sarà attivo dalle ore 8 alle ore 12, dal lunedì al sabato. La prenotazione dovrà essere effettuata entro il giorno precedente l’effettuazione della corsa.

Il “Free Bus” inoltre – a differenza del Chiamabus – sarà gratuito e sarà attivo tutti i giorni della settimana, dalle 8 alle 18 e fino al prossimo 31 agosto. «Grazie alla collaborazione con il Gal, i sindaci e la Città Metropolitana, siamo riusciti a dare una nuova risposta alle esigenze delle persone e in particolare a chi vive nelle zone più disagiate dell’entroterra – dicono Andrea Geminiani e Roberto Rolandelli, rispettivamente coordinatore generale di Atp e direttore d’esercizio – siamo convinti che così come è stato per il Chiamabus, anche questo servizio dedicato alle vallate del Genovesato sarà utile e gradito».

Per Città Metropolitana, che ha fatto da trait d’union tra i sindaci, Atp e Gal, interviene Claudio Garbarino, consigliere delegato ai Trasporti: «E’ un altro bell’esempio di quel “Modello Atp” che in questi mesi ha portato a dare tanti servizi anche in fase di pandemia e sempre mantenendo i conti in ordine». Per quanto riguarda il numero di frazioni che potranno essere collegate tra i cinque comuni delle valli del Sol, si tratta di una quarantina. «E’ stato fatto un buon lavoro. E’ importante, tenendo pure conto dei problemi di mobilità che stiamo affrontando, che Atp abbia dato una risposta positiva alle nostre richieste» – dice il sindaco di Masone, Enrico Piccardo.

Per il Gal Alessandra Ferrara esprime grande soddisfazione e spiega anche l’importanza di riuscire ad avere progetti europei: «In particolare il progetto Smart Village ci permette di sdare risposte concrete al territorio e ai piccoli borghi con fondi europei. L’iniziativa con Atp è una delle tappe più importanti».