Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Torna il Rally in Liguria, ma senza spettatori foto

Il 5 e 6 settembre in Val d’Aveto tornano a rombare i motori, anche se per ora non è prevista la presenza del pubblico

Sorriso a mezza bocca per gli appassionati dei rally in Liguria che vedrà la ripartenza del Rally Val D’Aveto (ex Rally della Lanterna), nei giorni 5 e 6 settembre, anche se il rombo delle auto e lo strepitio delle gomme sull’asfalto potranno solo essere uditi in lontanza. Vietata infatti la presenza del pubblico, una decisione questa che sicuramente porterà polemiche e dissapori vista la cornice all’aperto ed il periodo a distanza dal momento di massimo picco del virus.

In ogni caso tutto può ancora cambiare, e nel frattempo lo staff della Lanternarally, in collaborazione con l’Automobile Club di Genova, si è organizzato per mettere in scena una gara che seguirà comunque le norme igienico sanitarie imposte dalla Regione. Le iscrizioni scattano il 6 agosto, mentre il 29 dello stesso mese, all’Hotel Siva verranno consegnati i road books e si effettueranno ricognizioni del percorso.

Il 4 settembre inizierà il weekend vero e proprio con il videomessaggio degli organizzatori e del direttore di gara, che sostituirà il classico briefing per garantire le distanze sociali. Un centro accrediti sarà allestito per gli addetti ai lavori, ma si potrà ritirare un solo pass per team. Il giorno seguente si procederà con le verifiche, che saranno online per la parte sportiva, salvo che per gli equipaggi stranieri che potranno essere sul posto. Per le verifiche tecniche sarà sufficiente un’autocertificazione. Test con le vetture dalle 14 alle 18 in località Pievetta e alle 19 sarà il momento della partenza ufficiale.

L’intera gara si svolgerà domenica 6 settembre, con diverse novità per quanto riguarda il percorso, formato da sei prove speciali (due da ripetere tre volte). Tornerà la prova speciale di Pievetta, da percorrere in discesa, un classico delle edizioni anni ‘80 del Lanterna, mentre sarà confermata la prova del Monte Penna. Le attuali normative non permettono la presenza del pubblico sulle prove speciali ed al parco assistenza, ma non è escluso che la situazione possa evolversi positivamente nelle prossime settimane.