Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Spiagge: accesso libero a Multedo e Voltri, via i sacchi di juta ovunque. Tintarella (a numero chiuso) al Monumento

Il Comune ritocca regole e divieti sugli arenili genovesi a un mese dall'apertura della stagione balneare

Più informazioni su

Genova. Piccola rivoluzione nelle spiagge libere genovesi a un mese e oltre dall’apertura in post-emergenza Covid. La prima decisione del Comune di Genova riguarda le spiagge di Multedo e Voltri che da questo fine settimana non saranno più a ingresso contingentato.

“In questo periodo – spiega il consigliere delegato alla protezione civile Sergio Gambino – abbiamo verificato come quelle spiagge non siano mai andate oltre il 70% della capienza, dato che scende ulteriormente in questo mese con le persone che cominciano ad andare in ferie”. Tursi ha anche deciso di abbandonare il sistema dei sacchi di juta sull’arenile: “Abbiamo visto – spiega ancora Gambino – che le persone hanno imparato a distanziarsi autonomamente, quindi li stiamo togliendo dappertutto”.

Ad eccezione delle spiagge più grandi del ponente, tuttavia resterà nei fine settimana il presidio dei volontari per contare gli accessi delle persone per verificare il rispetto delle distanze e del divieto di assembramento.

L’altra novità del fine settimana è l’apertura, ad accesso contingentato, degli ex bagni del Monumento a Quarto. L’ingresso è limitato a 60 persone, “ma i volontari in base al posizionamento dei bagnanti sui vari scogli potranno valutare di ampliare lievemente questo numero”.

Come sempre la situazione aggiornata in tempo reale sulle spiagge genovesi è consultabile tramite la app SpiaggiaTi, scaricabile sugli smartphone oppure su pc a questo indirizzo.

(Nella foto di Silvano Calcagno la spiaggia di Pegli senza i sacchi di juta)