Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Sampierdarena, nei giardini di villa Scassi una nuova area giochi per bambini

Realizzata grazie a donazioni del Rotary, alcune strutture non hanno barriere architettoniche. Bucci: "Miglioreremo l'aspetto dei giardini"

Più informazioni su

Genova. Un’area giochi completamente rinnovata a partire dal tappeto anti trauma, coloratissimo, e inclusiva perché prima di barriere architettoniche per più di una struttura. Neppure il tempo della benedizione da parte del parroco e del taglio del nastro inaugurale che i bambini di Sampierdarena avevano già preso d’assalto il nuovo spazio donato alla città grazie a una raccolta fondi fatta partire dal Rotary all’indomani del crollo di ponte Morandi.

Ecco perché oltre ai vertici dei distretti Rotary 2032 Nord Ovest e dell’Area Fiorentina, al sindaco Marco Bucci e ad altri esponenti della pubblica amministrazione, all’inaugurazione c’era anche Paola Vicini, madre di Mirko, in rappresentanza dei familiari delle vittime di ponte Morandi.

Il Rotary, nelle settimane successive al crollo, aveva aiutato economicamente quei bambini e ragazzi che avevano perso il capofamiglia o entrambi i genitori, ma la raccolta fondi proseguì e il Comune di Genova ha suggerito all’associazione di utilizzare le donazioni per le giovani generazioni. “Questi sono i gesti più importanti – ha detto il sindaco Bucci ringraziando il Rotary – perché riguardano i cittadini di domani, inoltre con la pavimentazione anti-trauma e l’assenza di barriere architettoniche i bambini del quartiere potranno giocare in tutta sicurezza”. Il Rotary dell’Area Fiorentina ha destinato a Genova i proventi dell’opera Madama Butterfly rappresentata nel febbraio scorso durante un Rotary Day.

Il progetto è idealmente legato alla raccolta fondi realizzata dal distretto Rotary 2032 “Un ponte di solidarietà per Genova”. Oltre 170 mila euro distribuiti a novembre 2018 per sostenere madri e bambini che avevano perso marito e padre – spiega Gian Michele Gancia, past president del distretto e promotore dell’iniziativa – ora il progetto del parco giochi inclusivo è la rappresentazione concreta di quello che si può realizzare grazie alla generosità, tra i punti primari della nostra associazione c’è quello di sostenere le madri e i bambini”.

Adesso resta da migliorare il contorno. I giardini di villa Scassi sono monumentali e tutto sommato ben tenuti, ma sia i giochi d’acqua sia le aiuole necessitano di maggiore manutenzione. Il sindaco Bucci ha assicurato al presidente di municipio che si troverà il modo di intervenire.