Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Sampdoria: tre gol alla Spal nel primo tempo ridanno morale e punti ai blucerchiati risultati fotogallery

Due errori decisivi degli ospiti contribuiscono al rilancio della Sampdoria

Genova. Tre punti preziosissimi, tre reti che danno morale e portano la Sampdoria un po’ più su rispetto alle sabbie mobili, anche se nel primo tempo la Spal ha dato molto filo da torcere alla Sampdoria (saranno 13 i calci d’angolo battuti dagli ospiti), che ha sfruttato con Linetty, autore di una doppietta, due regali degli estensi. Sorride anche Gabbiadini, che infila un sinistro velenoso alle spalle di Letica su calcio piazzato. Finisce 3-0 e anche l’assenza di gol subiti è importante, con Audero protagonista di alcune parate notevolissime. I blucerchiati salgono a 32 punti, raggiungendo l’Udinese.

Primo tempo

Yoshida dal primo minuto al posto di Tonelli, Depaoli in panchina in favore di Augello, Bertolacci dal primo minuto, comparto offensivo che vede Gabbiadini con Ramirez alle spalle.

4-4-2 per la Spal.

Si parte con un’ammonizione immediata al 3′ per un brutto intervento di Bertolacci su Dabo, ma la partita si mette comunque in discesa al 12′ grazie a un errore dell’ex Sala, che sbaglia il disimpegno e serve Linetty: il polacco non sbaglia il sinistro dal limite che si insacca a fil di palo.

Sampdoria in vantaggio.

I blucerchiati rischiano molto al 17′, facendosi trovare senza copertura sulla propria fascia destra: il cross basso di Sala attraversa l’area e Colley rischia quasi l’autogol per colpirla, ma per fortuna dei blucerchiati nessuno interviene, neanche Murgia che lamenta una spinta di Augello.

La Spal spinge e al 23′ confeziona una nettissima palla gol sventata con un miracolo da Audero, che respinge in tuffo un colpo di testa di Strafezza nell’area piccola su cross di Murgia.

Il gol sembra aver tagliato le gambe alla Sampdoria, che soffre moltissimo sulle fasce, soprattutto a sinistra Augello non riesce a tamponare su Strafezza e a volte i centrali fanno passare dei palloni pericolosissimi che la Spal non riesce a mettere dentro.

La Samp non sfrutta l’unica ripartenza ben gestita: al 37′ Ramirez non impatta il pallone al volo davanti alla porta su cross al bacio di Jankto dalla destra. È l’azione che ridà fiducia alla squadra. Ancora Ramirez testa la prontezza di Letica con un calcio piazzato che il portiere devia di pugno sopra la traversa (39′).

Da un altro calcio piazzato arriva il raddoppio dei blucerchiati: sinistro preciso di Gabbiadini che mette la palla a fil di palo alla sinistra di Letica, partito forse un po’ in ritardo.

La Spal spinge nei 3 minuti di recupero, ma è la Sampdoria a fare il tris, sfruttando un altro erroraccio difensivo dei ferraresi: su un cross basso ancora dalla sinistra Missiroli “liscia” il pallone, alle sue spalle Linetty non sbaglia.

Secondo tempo

Nella ripresa entra Valdifiori per Dabo, la Spal prova a rientrare in partita e per poco non ci riesce grazie a un involontario rinvio di Yoshida che rischia un autogol, ma Audero c’è (53′). Ancora Spal pericolosa al 58‘: scambio Cerri-Murgia con quest’ultimo che si vede respingere la conclusione da Audero, con Augello che rinvia il pallone rimasto a danzare vicino alla linea di porta.

Girandola di cambi: dentro La Gumina e Askildsen per Gabbiadini e Bertolacci (60’), nella Spal fuori Floccari e Vicari per Petagna e Salamon.

Proprio La Gumina confeziona un servizio perfetto per l’accorrente Bereszynski dai 16 metri, ma l’esterno sbaglia completamente il tiro, non centrando neanche la porta (67′).

Altri cambi, tutti al 68′: dentro Leris per Ramirez e Depaoli per Jankto nella Sampdoria, mentre nella Spal entra Castro per Cerri.

La partita scivola via senza troppi patemi alla luce del risultato acquisito, con la Spal che ci prova con un destro a giro di Castro al 79′ fuori di poco e La Gumina che non sfrutta una ripartenza ghiotta, sparando sull’esterno della rete visto che nessuno era andato a supporto (80′).

Ancora un paio di occasioni per gli ospiti nel finale, ma per la Spal la porta stasera è stregata: Petagna si accentra e colpisce il palo (83′) e uno schema su punizione porta ancora Petagna a concludere di pochissimo a lato con Audero che questa volta non ci sarebbe arrivato. La Gumina non

Sampdoria-Spal 3-0

Reti: 12 Linetty; 45′ Gabbiadini; 48′ Linetty

Sampdoria: Audero, Bereszynski, Yoshida, Colley, Augello, Linetty (89′ D’Amico), Ekdal, Bertolacci (60′ Askildsen), Jankto (68′ Depaoli), Ramirez (68′ Leris), Gabbiadini (60′ La Gumina).

A disposizione: Seculin, Chabot, Bonazzoli, Maroni, Quagliarella, Murru, Rocha.

Allenatore: Ranieri

Spal: Letica, Cionek, Vicari (60′ Salamon), Bonifazi, Sala, Strefezza, Dabo (46′ Valdifiori), Missiroli, Murgia (77′ Tunjov), Floccari (60′ Petagna), Cerri (68′ Castro).

A disposizione: Thiam, Meneghetti, Reca, Felipe, Tomovic, Kryeziu, Cuellar.

Allenatore: Mutarelli

Arbitro: Giacomelli di Trieste

Ammoniti: Bertolacci (Sa); Cionek (Sp)