Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Porto di Genova, l’autorità dà il via libera alla fusione dei terminal Psa-Sech

Dopo il parere positivo dell'avvocatura di Stato la società di Singapore controllerà il 68% di entrambi i terminal

Più informazioni su

Genova. Via libera alla fusione tra Psa e Sech nel porto di Genova. Lo ha deciso oggi il comitato di gestione dell’autorità portuale del Mar Ligure Occidentale che ha deliberato all’unanimità a favore dell’operazione dopo il semaforo verde già arrivato dall’avvocatura di Stato.

In questo modo Psa arriverà a controllare la maggioranza del terminal Sech (al momento detiene il 40%, mentre il resto è in mano al gruppo Gip) e del terminal container di Pra’ attraverso una nuova società che si chiamerà MergeCo e sarà partecipata al 62% da Psa e al 38% da Gip.

Sulla fusione pendeva l’ombra di una possibile violazione della legge 84/1994 che impedirebbe allo stesso soggetto di gestire due terminal della stessa tipologia nello stesso porto. Secondo il parere dell’avvocatura gli effetti di una concentrazione azionaria si devono valutare su un arco costiero di 200-300 chilometri che andrebbe in questo caso da Vado a Livorno e non su un singolo bacino portuale.

Via libera anche alla fusione Msc-Messina, dichiarata ammissibile dall’avvocatura e dall’Autorità garante per la concorrenza.