Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Pallanuoto: il Settebello dà spettacolo in mare

Una partita decisamente atipica per gli azzurri

Più informazioni su

Recco. Giocare in mare è sempre un evento per la pallanuoto. Gli azzurri allenati da Alessandro Campagna, campioni del mondo a Gwangiu 2019, insieme ad una selezione dell’Ortigia, terza in classifica dietro a Pro Recco e AN Brescia nel campionato poi annullato a causa della pandemia, si sono affrontati a Siracusa, nello specchio d’acqua antistante il Circolo Unione, nel match che ha concluso il lungo collegiale siciliano.

Il Settebello è tornato così a giocare in mare a distanza di quasi cinque anni; era il 4 settembre 2015 a Capri, nel suggestivo scenario di Marina Piccola, davanti ai Faraglioni, quando gli azzurri vicecampioni olimpici vinsero con la Spagna 18-12.

La partita tra Italia A e Italia B, giocosamente ribattezzati Illegali e Nando’s boys, in memoria del compianto Nando, si è conclusa in parità, 11-11; ma il risultato conta poco in relazione alla gioia emersa dalla condivisione di un momento che ha unito goliardia, spettacolo e giocate di alto livello.

Gli arbitri D’Antoni e Torneo in barca, il commissario tecnico Campagna e l’assistente Pomilio a guidare inizialmente le squadre dalle moto d’acqua, il primo gol realizzato da Bodegas in rovesciata su rigore danno il senso di un evento che ha espresso la volontà di divertirsi e divertire. Di Fulvio prova a segnare di testa, due ragazzini invadono il campo con le calottine della nazionale per un fuori programma e un gol ciascuno, Del Lungo lascia la porta e si trasforma in cannonniere.

È stata una vera e propria festa della pallanuoto, denominata Beach Polo Party, che è poi proseguita nello straordinario scenario del Circolo Canottieri Ortigia che ha ospitato gli allenamenti degli azzurri dal 3 giugno scorso. Terminato il collegiale siciliano, la selezione nazionale tornerà in raduno collegiale al centro federale di Ostia per la “Sfida tra i Campioni del Mondo”, Italia di Shanghai 2011 contro Italia di Gwangju 2019, in programma mercoledì 29 luglio alle ore 19,30.

Convocati azzurri: Niccolò Figari, Nicholas Presciutti, Marco Del Lungo, Giacomo Cannella (AN Brescia), Michael Bodegas (Barcelloneta), Lorenzo Bruni, Gianmarco Nicosia, Luca Damonte, Vincenzo Dolce (Sport Management), Francesco De Michelis, Matteo Spione (Roma Nuoto), Andrea Fondelli, Gonzalo Echenique, Edoardo Di Somma, Stefano Luongo, Vincenzo Renzuto Iodice, Francesco Di Fulvio, Alessandro Velotto, Pietro Figlioli (Pro Recco), Luca Marziali (CN Posillipo), Eduardo Campopiano (RN Savona).

Convocati Shanghai 2011: Stefano Tempesti e Valentino Gallo (CC Ortigia), Christian Presciutti (AN Brescia), Amaurys Perez (Latina Pallanuoto), Niccolò Gitto (Metanopoli), Maurizio Felugo, Arnaldo Deserti, Giacomo Pastorino (Pro Recco), Deni Fiorentini (Lugano). Figari, Figlioli e l’indisponibile Matteo Aicardi sono bicampioni mondiali.

Lo staff unico, insieme al commissario tecnico Alessandro Campagna e al consigliere federale, nonché team leader Giuseppe Marotta, sarà composto dall’assistente tecnico Amedeo Pomilio, dal team manager Alessandro Duspiva, dal preparatore atletico Alessandro Amato, dal preparatore dei portieri Goran Volarevic, dal medico Dante Vittozzi e dal fisioterapista Luca Mamprin.

Il tabellino:
Italia “A” – Italia “B” 11-11
(Parziali: 2-3, 4-4, 3-3, 2-1)
Italia “A” “Illegali”: Del Lungo, Napolitano, Luongo, Figlioli, Di Somma, Cannella, Campopiano, Echenique, Figari, Bodegas, Marziali, Condemi, Mirarchi. All. Campagna.
Italia “B” “Nando’s boys”: Nicosia, Di Fulvio, Damonte, Cassia, Fondelli, Velotto, Renzuto, Bruni, Presciutti, Rossi, Spione, Dolce, De Michelis, Di Luciano. All. Pomilio.
Arbitri: Riccardo D’Antoni e Antonio Torneo.