Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Nuovo ponte, adesso c’è anche la segnaletica: tutto pronto per la consegna ufficiale

L'apertura al traffico potrebbe avvenire in anticipo rispetto alla previsione del 5 agosto

Genova. Volendo fare un paragone, si potrebbe dire che la tela ormai è completata: si tratta solo di fissare la cornice, pulire le sbavature, mettere in ordine l’atelier. E a breve il quadro potrà essere consegnato al committente. Sul nuovo ponte di Genova sono comparsi anche i cartelli stradali e le strisce bianche sull’asfalto, ultimi ritocchi prima dell’inaugurazione mentre la data di apertura al traffico potrebbe essere addirittura anticipata al 4 agosto.

Nelle prossime ore – oggi, ma più probabilmente domani o comunque nei prossimi giorni – avverrà formalmente il passaggio dal consorzio dei costruttori (Webuild e Fincantieri) alla struttura commissariale. Quindi sarà il turno dell’ispezione di viabilità che dovrà essere eseguita dal ministero dei Trasporti insieme al futuro gestore (Autostrade) per controllare che tutto sia a norma.

Il 3 agosto, quindi, la cerimonia di inaugurazione con Mattarella e Conte, dieci ministri del governo, autorità e rappresentanti delle istituzioni, vertici e lavoratori delle imprese che hanno demolito il Morandi e costruito il nuovo viadotto. Solo dopo la cerimonia Autostrade per l’Italia prenderà formalmente in consegna l’opera che tornerà a essere un tratto integrante dell’autostrada A10.

A quel punto la data e l’ora di apertura al traffico dipenderanno semplicemente da esigenze tecniche: andranno smontate le strutture provvisorie allestite per la cerimonia, rimosse le sedie, eliminate le barriere poste agli imbocchi e agli sbocchi delle rampe che collegano il ponte Genova San Giorgio ai tratti contigui di autostrada.

Il sindaco-commissario Marco Bucci aveva parlato del 5 agosto, ma secondo indiscrezioni circolate negli ultimi giorni l’apertura potrebbe anche essere anticipata al 4 agosto. Da quanto si apprende Autostrade non organizzerà alcun tipo di cerimonia. A una certa ora sarà semplicemente possibile entrare in autostrada e percorrere il viadotto. Come accadeva prima di quel maledetto 14 agosto 2018. E per chi avrà la “fortuna” di passarci tra i primi sarà comunque un’emozione particolare.