Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Incendi boschivi, la Liguria si prepara all’estate: nel 2019 sono calati del 50%

Aumenta la flotta degli elicotteri, ora ce ne saranno tre più un quarto attivabile in caso di necessità

Più informazioni su

Genova. Al via la campagna antincendio boschivo per l’estate 2020. A presentarla questa mattina l’assessore regionale all’antincendio, Stefano Mai. Previsto un nuovo servizio di intervento degli elicotteri. Finanziati associazioni di volontari e Comuni.

“Oggi presentiamo il raggiungimento di anni di lavoro che ci hanno portato a migliorare costantemente il servizio di prevenzione e spegnimento degli incendi boschivi – ha spiegato l’assessore Mai -. La Liguria, in proporzione, è la prima regione italiana per superficie boscata che comprende il 73% del territorio. Questo ci dimostra come sia fondamentale agire con precisione ed efficacia in questo settore.”

Negli ultimi anni abbiamo messo in campo sforzi e risorse ingenti. Tutto questo ci ha permesso di assistere a una forte riduzione, sia dei numeri di incendi, sia degli ettari percorsi dal fuoco. Nonché della pericolosità degli incendi stessi per l’uomo e l’ambiente. Possiamo osservare che tra il periodo 2012 e 2017 la media di incendi annui si è attestata a 232 per 1.328 ettari arsi, mentre nel 2018 abbiamo misurato 122 incendi boschivi (-48%) con 640 ettari arsi (-52%). Nel 2019 siamo persino scesi a 96 incendi (-59%) e 106 ettari (-92%)“.

“Risultati come questi si ottengono con un importante lavoro di squadra. Regione, vigili del fuoco e volontari. La sinergia fra queste tre componenti è fondamentale. Oggi interveniamo in maniera decisa. Fondi ai volontari e ai Comuni. Nuovo servizio degli elicotteri antincendio. Confermata la convenzione con i vigili del fuoco. Presto arriveranno anche nuove tecniche sperimentali di spegnimento e prevenzione. Tutto ciò ci permetterà di garantire controlli e interventi efficaci durante la stagione di maggiore intensità degli incendi che si concentrano fra fine luglio e tutto agosto”, ha aggiunto Mai.

“A fronte di un processo durato cinque anni, la Liguria oggi può contare sul fondamentale supporto di 1.800 volontari appartenenti a 200 organizzazioni, con a disposizione 600 mezzi, e su un nuovo servizio di intervento degli elicotteri.”

Proprio in riferimento ai volontari, la Regione ha scelto di anticipare i contributi annui dedicati ai Comuni e alle associazioni che nel periodo di lockdown hanno affrontato numerose spese per offrire servizi alla comunità. Sono stati spesi complessivamente 225mila euro, di cui 75mila andranno alle associazioni di volontariato e 150mila ai Comuni per il potenziamento dei gruppi Aib”.

Per gli elicotteri, invece, Regione assicura il servizio di spegnimento incendi boschivi con la propria flotta aerea Aib. Questo servizio in precedenza poteva contare su due elicotteri, mentre ora sarà composta a pieno regime da tre, più un quarto attivabile in caso di necessità. Uno di questi mezzi è entrato in servizio dal 2 luglio nella base di Imperia. Il prossimo verrà attivato in base alle condizioni meteo-climatiche e degli incendi riscontrate a fine luglio.