Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Formazione, al via bando regionale per un’istituto tecnico per il turismo

Cavo: "Grande opportunità per i nostri giovani"

Più informazioni su

Genova. La Giunta regionale, su proposta dell’assessore alla Formazione Ilaria Cavo, ha approvato la pubblicazione dell’avviso pubblico per la presentazione delle candidature di nuove Fondazioni per gli Istituti Tecnici Superiori (ITS). L’avviso, pubblicato sul sito di Regione Liguria, sarà aperto fino al 14 settembre e ha l’obiettivo di dare una maggiore copertura dell’offerta formativa di Istruzione tecnica superiore istituendo due nuovi ITS: uno “settoriale”, nel settore del Turismo (Area 5 – Tecnologie innovative per i beni e le attività culturali –Turismo, Ambito 5.1 Turismo e attività culturali) e uno “territoriale”, nella provincia di Imperia, non ancora coperta da Fondazioni ITS. Le nuove Fondazioni che presenteranno la propria candidatura dovranno proporre un piano delle attività proprio per queste due tipologie di progetto.

“Abbiamo sempre creduto negli ITS, ovvero nei percorsi di specializzazione tecnica post diploma, che rappresentano un’opportunità di alta formazione e di occupazione per i giovani – dichiara l’assessore regionale alla Formazione Ilaria Cavo – La forza degli ITS, come abbiamo spiegato anche nelle campagne di comunicazione avviate in questi anni, sta nel fatto che nascono da fondazioni che hanno al loro interno le aziende e quindi hanno ben chiare le reali esigenze del mercato del lavoro e sono in grado di intercettare le esigenze del territorio. Per questo come Regione Liguria abbiamo investito, e continuiamo a investire, sulle Fondazioni ITS lanciando un segnale importante: grazie al bando e ai finanziamenti stanziati potrà nascere nella nostra regione un ITS legato al Turismo, che era proprio l’ITS mancante. Ora spetta al sistema degli enti e delle aziende presentare una progettazione, vincerà il progetto migliore e l’ITS si radicherà nel territorio che saprà esprimere le migliori potenzialità. Chiudiamo questo mandato con la certezza che la Liguria avrà sia un nuovo ITS sul Turismo, sia un ITS nel territorio imperiese: in quest’ultimo caso non abbiamo voluto programmare centralmente l’indirizzo, sarà il territorio provinciale stesso a proporre un progetto e vincerà il disegno migliore”.

Grazie alle risorse già stanziate negli ultimi cinque anni, quasi 11 milioni di euro del Fondo Sociale Europeo (FSE), sono stati 29 i corsi ITS realizzati nel triennio 2016/2018 che hanno coinvolto 288 allievi, con esiti occupazionali relativi ai percorsi conclusi molto positivi, e saranno 389 gli allievi coinvolti nel biennio 2019/ 2020. Un successo come attesta anche il recentissimo monitoraggio dell’Istituto nazionale documentazione innovazione ricerca educativa (Indire) secondo cui ha trovato lavoro più del 85% degli allievi formati attraverso percorsi ITS e per cui la Regione Liguria si colloca ai primissimi posti tra le regioni italiane.

“Il nostro obiettivo è quello di agevolare il più possibile la ripresa del settore turistico – prosegue l’assessore – favorendo, anche nell’ottica del Piano nazionale Impresa 4.0, la formazione di personale competente e specializzato nel turismo e sostenere nuovi settori significativi per il territorio attraverso la crescita delle competenze da un lato e la possibilità di nuove opportunità occupazionali dall’altro, nell’ottica di perseguire un costante e continuo miglioramento degli strumenti di politica attiva del lavoro e dell’offerta formativa a disposizione dei giovani”.

Gli Istituti Tecnici Superiori sono istituti di eccellenza ad alta specializzazione tecnologica, che costituiscono il segmento di formazione terziaria non universitaria che risponde alla domanda delle imprese di nuove ed elevate competenze tecniche e tecnologiche per promuovere i processi di innovazione.

In Regione Liguria attualmente sono già operativi i seguenti Istituti Tecnici Superiori:

– Istituto Tecnico Superiore per la mobilità sostenibile – Settore Trasporti marittimi – pesca – Accademia Italiana della Marina Mercantile – GENOVA – Area Tecnologica Mobilità sostenibile, Area Tecnologica Nuove tecnologie per il made in Italy, Area Tecnologica Tecnologie dell’informazione e della comunicazione;

– Istituto Tecnico Superiore per le tecnologie dell’informazione e della comunicazione – Settore Information and communication technology – GENOVA – Area Tecnologica Tecnologie dell’informazione e della comunicazione;

– Istituto Tecnico Superiore per le nuove tecnologie per il made in Italy – Settore Meccanico/navalmeccanico cantieristica e nautica da diporto – LA SPEZIA – Area Tecnologica Nuove tecnologie per il made in Italy;

– Istituto Tecnico Superiore Efficienza Energetica – SAVONA – Area Tecnologica Efficienza energetica.