Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Entella-Pisa, i commenti di mister Boscaglia e capitan Pellizzer risultati fotogallery

L'allenatore e l'autore del gol parlano al termine della partita pareggiata 1 a 1

Chiavari. La Virtus Entella agguanta il pari contro il Pisa: 1 a 1. Un punto che, a 4 giornate dalla fine del campionato, avvicina decisamente i chiavaresi alla permanenza nella categoria.

alvia

Mister Roberto Rocco Boscaglia commenta: “Il gol di Pellizzer pesa il giusto, in una partita che sarebbe stato veramente crudele perdere, perché abbiamo condotto sempre noi la gara, abbiamo fatto un errore iniziale, abbiamo preso le redini del gioco in mano e abbiamo ‘chiuso’ quasi sempre il Pisa, che comunque è una grande squadra. Non siamo riusciti a fare gol fino al 94°; il problema è che abbiamo prodotto e la nota positiva è che rispetto al secondo tempo di Castellammare, dove comunque io ho anche un po’ pungolato la squadra, volevo una risposta dal punto di vista nervoso, mentale. E la squadra mi ha dato una grande risposta, eccezionale, perché questa è una partita che riprendi solo se sei una squadra mentalmente a posto, con grandi valori. E questi sono giocatori che hanno grandi valori, indipendentemente dal punto preso. Ma per come lo abbiamo preso, fino alla fine cercando di giocare bene, abbiamo sfiorato il gol tante volte e non ci siamo mai abbattuti. Quindi è un punto che può avere un’importanza veramente fondamentale”.

All’inizio si era messa male. “Abbiamo fatto un errore di posizionamento, soprattutto della linea difensiva con l’uscita di Sala, Mazzitelli scala ma non benissimo, dietro non eravamo messi bene. Però erano i primi minuti, quindi la partita ancora era lunghissima e noi abbiamo sempre cercato di giocare. Lo abbiamo fatto anche bene, creando tante azioni. Poi ci siamo anche innervositi, stavamo un po’ perdendo la bussola, ci siamo riassestati ci siamo messi tranquilli a giocare continuamente, dentro e fuori campo. Li abbiamo messi in grande difficoltà; loro, però, sono una squadra forte fisicamente e tecnicamente, quindi quando ripartivano si doveva stare veramente molto attenti. Sarebbe stato veramente crudele perdere questa partita”.

Pellizzer quest’anno ha segnato tre reti, tutte nel recupero. “Michele è un giocatore che ha la sua grande importanza dietro, però nei minuti di recupero l’ho chiamato a fare la terza punta, perché stavamo mettendo dei buoni palloni ma avevamo solo due giocatori dentro e loro erano in quattro o cinque che andavano a saltare continuamente. Quindi gli ho detto di dividersi lo spazio tra lui, Morra e Rodriguez con gli inserimenti delle mezzali e Dezi ha fatto veramente un cross splendido e lui una grande incornata. I difensori centrali – conclude Boscaglia – durante il campionato qualche punto con qualche gol pesante devono portarlo. Lui, Chiosa, Poli sono giocatori che questo ce l’hanno”.

Il capitano Michele Pellizzer ha realizzato il gol del pareggio. “Ci voleva – afferma -, perché ci abbiamo creduto fino alla fine e nonostante un po’ di scoraggiamento durante il secondo tempo perché vedevamo che non riusciva a entrare, è stato un premio che ci siamo fatti. Però non dobbiamo essere contenti, perché era una partita da vincere. Nel secondo tempo abbiamo strameritato; anche nel primo tempo loro hanno fatto poco, hanno fatto quello che dovevano fare. Sono stati più cinici di noi, dobbiamo imparare un po’ anche da loro”.

“I punti iniziano a pesare, perché vediamo che dietro continuano a correre, quindi non so se una vittoria basterà. A maggior ragione dobbiamo far punti con le dirette avversarie. Ora pensiamo all’Empoli, poi arriverà il Perugia qui in casa, quindi sono tutti scontri importanti. Dobbiamo metterci in testa che ci dobbiamo mettere un po’ più di cattiveria in ogni palla per portare a casa questa salvezza”.

Pellizzer durante la partita ha invitato spesso alla calma. “Perché qualche mio compagno magari si fa prendere un po’ la mano. E nonostante tutto dobbiamo stare tranquilli, sereni e continuare a giocare quello che proviamo in settimana e non iniziare a pensare ognuno con la testa propria ma fare quello che ci dice il mister per il bene comune della squadra e poi si tirano le somme – termina Michele -. Siamo riusciti a portare a casa questo punto, è un punto d’oro che ci fa ben sperare.