Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Eccellenza: Edoardo “King” Mura è il nuovo centravanti della Sestrese foto

Il direttore sportivo Catania e il direttore generale D'Acierno regalano ai mister Schiazza e Zamana un gran colpo di mercato

Genova. La Sestrese Calcio 1919, con in testa il presidente Sebastiano Sciortino, il direttore generale Antonio D’Acierno e il direttore sportivo Andrea Catania, annuncia il tesseramento per la stagione 2020/2021 di Edoardo “King” Mura, attaccante classe 1994.

La società – dichiarano i dirigenti verdestellati – ritiene di aver individuato in Edoardo il migliore rinforzo possibile per aprire un ciclo importante, il giocatore ideale per indubbie qualità calcistiche, umane ed età”.

Prima punta, già giocatore delle giovanili verdestellate, Mura ha esordito in Eccellenza ad Arenzano. Poi la vittoria dello scudetto italiano della categoria Juniores nazionale con il Vado con una doppietta in finale. In seguito le esperienze in Serie D a Vado appunto e alla Lavagnese. Poi ancora Genova Calcio, Rivarolese dove ha totalizzato ben 62 reti in totale in Eccellenza, 2 in Serie D e 23 in Promozione. Lo scorso anno ha vestito la maglia della Goliardicapolis in Promozione segnando 9 reti in 12 partite disputate.

Mura si aggiunge ad una rosa giovane e già di valore con ampi margini di crescita negli anni. “Tutta la Sestrese – prosegue la dirigenza – è orgogliosa che, nonostante le tantissime e blasonate richieste, quello che si ritiene essere il miglior centravanti sulla piazza abbia scelto di sposare il progetto verdestellato. La Sestrese coglie l’occasione per ringraziare Alberto Saracco, ancora una volta dimostratosi vero uomo di calcio e persona di grandi valori, per aver condiviso con le parti coinvolte una buona opinione della nostra società una volta riscontrati i problemi lavorativi che impedivano al giocatore di proseguire insieme la sua avventura”.

Con l’arrivo di Mura e degli altri importanti giocatori già annunciati, la società aggiungerà con calma e senza fretta ancora alcuni elementi nei prossimi giorni, per poter completare una rosa che possa aprire un nuovo ciclo importante nel massimo campionato regionale, crescendo passo dopo passo negli anni, in linea con la storia e il blasone della Sestrese”.

Sono felicissimo di vestire questa maglia, importante per blasone e storia – dichiara Mura -. La Sestrese è una piazza fantastica, torno qui con orgoglio e per restarci. Nelle giovanili mi allenava il papà dell’attuale Ds e il responsabile del settore giovanile era l’attuale Dg D’Acierno con cui ho un grande rapporto. Conosco l’ambiente, conosco alcuni compagni. Lo staff mi è piaciuto da subito e sono sicuro che potremo divertirci e fare bene, negli anni qui c’è tutto per crescere ancora. Non vedo l’ora di iniziare. Qui sono passati tanti attaccanti importanti, che hanno fatto la storia, spero di essere all’altezza insieme ai miei nuovi compagni. Ringrazio di cuore il presidente Saracco e la Goliardica, gli auguro il meglio per il futuro”.

Edoardo rappresenta il meglio che c’è, sia a livello calcistico che come ragazzo – afferma Catania -. Ha voglia di fare bene e crescere ancora insieme, qui scriverà la storia di questa società, lui gioca a calcio per divertirsi e qui trova una ‘famiglia’. Edo con noi era stato chiaro da subito, se per motivi lavorativi non fosse rimasto dove era allora avrebbe scelto noi. Sono particolarmente felice per aver contribuito insieme al direttore generale, al presidente e a tutto lo staff, ad aver portato a Sestri il meglio che c’era, un giocatore che con un po’ di fortuna avrebbe potuto giocare tranquillamente nei professionisti. Dico grazie anche agli importanti giocatori della vecchia rosa che hanno sempre creduto in queste difficili settimane alla dirigenza, senza mai nessun dubbio. Uomini e giocatori veri. Alla fine abbiamo avuto ragione. Edo va ad aggiungersi ad una rosa di attaccanti importanti come Sciutto e Bortolini, nei prossimi giorni vedremo se ci sarà l’opportunità di aggiungere la classica ciliegina su una torta già ottima. Se una neopromossa per aprire un nuovo ciclo importante prende il migliore giocatore che c’è sulla piazza, sia come valori che come età, significa tanto. Devo ringraziare il presidente per lo sforzo che ha fatto, ma soprattutto chi come il Dg D’Acierno e i due mister hanno affrontato con me questi ultimi due difficili mesi e un mercato non facile. Non abbiamo mai perso la calma anche quando ad un certo punto da quello che si diceva in giro sembrava che qui a Sestri dopo 101 anni di storia il prossimo anno davanti avremmo giocato con il sottoscritto numero nove e il preparatore atletico numero dieci. Insieme, senza mai perdere la pazienza e la serenità, abbiamo aggiunto ad una rosa già importante dei giovani di valore per crescere ancora nel rispetto del blasone e della storia che questa società merita. Per rendere l’idea di quello che penso di questo gruppo, questa nuova Sestrese, questo staff che ha lavorato per due mesi insieme senza sosta e sempre con serenità, mi viene in mente una canzone di un cantautore che non è di Sestri ma di un paio di chilometri più a ponente. ‘La mia banda suona il rock’… ogni singola parola di quella canzone rappresenta noi, il nostro entusiasmo e il nostro spirito sbarazzino per la stagione 2020/2021. Sempre però con i piedi ben saldi per terra”.