Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Dopo il lockdown riaprono i musei di Strada Nuova: appuntamento a partire da sabato

La novità più rilevante è la presenza di altri capolavori di Palazzo Rosso

Più informazioni su

Genova. Dopo la riapertura, a giugno, del primo piano di Palazzo Bianco a partire da sabato 1° agosto i musei di Strada Nuova ampliano l’offerta con un percorso rinnovato, che comprende 35 sale espositive e si snoda tra Palazzo Bianco e il piano nobile di Palazzo Tursi.

Oltre al primo piano di Palazzo Bianco, che propone un itinerario attraverso i dipinti di scuola genovese del ‘500 e primo ‘600 e una selezione dei capolavori di Palazzo Rosso, insieme alle opere di scuola veneta del ‘500 e all’Ecce Homo di Caravaggio, si potrà proseguire la visita al secondo piano del museo, dove sono esposti i maestri del ‘500 italiano, come Filippino Lippi, i pittori fiamminghi e nordici dal XVI al XVIII secolo, i dipinti genovesi del ‘600 e la collezione di artisti spagnoli del XVII secolo.

La novità più rilevante è la presenza di altri capolavori di Palazzo Rosso, come i due Ritratti di Anton Giulio Brignole Sale e sua moglie Paola Adorno e il Cristo portacroce di Anton Van Dyck, il Ritratto di giovane di Dürer, la Madonna con Bambino e san Giovannino, l’Incredulità di San Tommaso e il Pifferaio di Strozzi.

A Palazzo Doria Tursi è allestita una selezione di pittura genovese fino al ‘700, con il Trattenimento in un giardino di Albaro di Alessandro Magnasco e la Maddalena penitente di Antonio Canova.

Nelle Sale Paganiniane è conservato il celebre violino Guarneri del Gesù, appartenuto a Paganini. Completano la visita l’esposizione di opere d’arte decorativa e la raccolta delle monete, dei pesi e delle misure ufficiali dell’antica Repubblica di Genova.

Orario:
martedì, mercoledì, giovedì h 10 -14
venerdì, sabato, domenica h 10 – 18

Accessi limitati, in ottemperanza alle normative anti contagio.
Si consiglia l’acquisto del biglietto per fasce orarie tramite www.ticketone.it. La prenotazione dovrà essere mostrata in biglietteria, in formato cartaceo o su smartphone.