Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Coronavirus, Amt perde un terzo dei “fedelissimi”. E a settembre aumenterà l’uso dell’auto privata

Diminuiscono gli spostamenti a causa dello smart working, ma molti hanno paura di salire sui bus

Più informazioni su

Genova. Il 32% degli abbonati Amt non ha ripreso gli spostamenti abituali dopo il lockdown e a settembre la quantità di utenti che deciderà di spostarsi in auto aumenterà dal 19% al 27%.

È quanto emerge da un’indagine effettuata dall’azienda di trasporto pubblico genovese dal 6 al 14 luglio su un campione di 1.908 passeggeri, la maggior parte (1.513) abbonati e una minoranza (395) utilizzatori di un biglietto singolo. Gli abbonati CityPass che hanno dato ad Amt l’autorizzazione ad essere contattati per indagini e questionari sono 22mila su un totale di 103mila titolari.

Tra gli abbonati CityPass solo il 39% ha dichiarato di aver ripreso gli spostamenti pre-Covid, il 29% solo in parte e il restante 32% ha cambiato abitudini. Di questi quasi la metà, il 47%, è sottoposto a smart working o didattica a distanza e quindi ha meno necessità di spostarsi, ma più di un terzo, il 36%, ha timore di viaggiare sui mezzi pubblici. Tra gli utenti “occasionali”, invece, il 66% continuerà a muoversi come prima.

Alla domanda “Come ti sposterai?” emerge una tendenza ad un minor utilizzo dell’autobus e della metropolitana compensata da una crescita dell’utilizzo dell’auto privata e degli spostamenti a piedi che salgono dal 43% al 49%. Crescita molto lieve delle bici che passano dall’1% al 3% (ci riferiamo sempre a una platea di utenti Amt perlopiù abituali).

Un tema di attualità ha riguardato gli orari della città. Su questo aspetto l’indagine ha mostrato, in prospettiva, minimi cambiamenti delle abitudini. Gli intervistati hanno risposto ovviamente in base alle conoscenze in loro possesso in questo momento ed hanno mostrato un generale mantenimento delle abitudini pre Covid. La tendenza mostra infatti, le stesse fasce di utilizzo del trasporto pubblico, seppur con un leggero calo nelle fasce di picco 7-9 e 17-19.