Quantcast
Caos totale

Controlli anti coronavirus sui traghetti per il Nord Africa, traffico di nuovo paralizzato a Genova

Procedure rallentate per i controlli imposti dalle autorità del Marocco: per Genova è l'ennesima giornata di delirio

Generica

Genova. Dopo giorni di caos sulle autostrade ecco l’ennesimo flagello abbattersi su traffico genovese. La viabilità nella zona del porto è stata completamente paralizzata fino al pomeriggio a causa dei controlli agli imbarchi dei traghetti rallentati per via delle procedure legate all’emergenza coronavirus in particolare sulle linee dirette in Marocco e Tunisia.

Le conseguenze sono state pesantissime: la coda partiva dal varco portuale di San Benigno e arrivava fino al casello di Genova Aeroporto e all’autostrada A10 attraversando lungomare Canepa e la strada Guido Rossa in direzione Levante, smaltita parzialmente nel primo pomeriggio.

Intasato anche il casello di Genova Ovest e di conseguenza lunghissimo serpentone di veicoli in A7 fino quasi al casello di Bolzaneto, nonostante tutti i tratti fossero stati riaperti. Caos totale a Sampierdarena e Cornigliano con centinaia di automobilisti esasperati.

A complicare la situazione era la presenza contemporanea di due traghetti in partenza per il Nord Africa, il Tanit per Tunisi che imbarca 400 macchine e la Gnv Excellent per Tangeri con 300 auto al seguito.

Il problema è che le autorità marocchine consentono l’imbarco solo a chi ha eseguito un test sierologico al massimo 48 ore prima e controllano i passeggeri uno per uno. Procedure lunghissime che hanno creato un vero e proprio tappo anche per tutti gli altri viaggiatori in partenza.

Più informazioni
leggi anche
  • Assalto
    Traffico, a Genova un Ferragosto di fuoco: in quattro giorni 60mila passeggeri in porto
    traghetti imbarchi