Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Concessione Autostrade, Rixi all’attacco: “Così ci guadagnano i Benetton”

Il deputato ligure: "Non si sa chi pagherà i danni fatti dai privati e useremo denaro pubblico per ristrutturare la rete"

Genova. “Il dubbio che sorge, tra le nebbie delle comunicazioni del governo, è che questa operazione possa essere un affare per l’attuale socio maggioritario, i Benetton“. È il commento di Edoardo Rixi, deputato della Lega e responsabile nazionale infrastrutture oltre che segretario ligure del Carroccio, a poche ore dal consiglio dei ministri che ha restituito il verdetto finale sul dossier della concessione di Autostrade.

“Dal Cdm non è uscita nessuna certezza – attacca Rixi – non si sa chi pagherà i danni agli italiani e alle imprese per le perdite dovute al caos di questo mese, ma soprattutto non si sa quanto costerà allo Stato, attraverso Cdp, nuovo socio finanziario di Aspi, entrare nel capitale di Autostrade, quale sarà la valutazione delle azioni e quindi la quotazione di vendita”.

I Benetton, osserva l’ex viceministro dei trasporti, “rimarrebbero nella public company l’unico socio ‘di mestiere’ e quindi continuerebbero a dettare le regole della governance, delle manutenzioni e dei cantieri di cui i risultati sono sotto gli occhi di tutti. Con questo folle piano del governo – conclude – useremo denaro pubblico per ristrutturare la rete, quando i danni sono stati fatti da privati”.