Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Caos Autostrade, De Micheli: “Entro questa settimana fine dei lavori in 34 gallerie”

Nanni in commissione a Tursi: "Da stanotte mai più chiusure improvvise di tratte al mattino"

Roma. “Sulla base base delle iniziative assunte dal ministero sarà possibile ultimare entro questa settimana le verifiche e i lavori su 34 gallerie ed effettuare entro la prossima settimana le verifiche strumentali sulle residue 50 gallerie consentendo pertanto già nei prossimi giorni la progressiva regolarizzazione della viabilità sulla rete autostradale”. Lo ha detto il ministro alla Infrastrutture e ai trasporti Paola De Micheli rispondendo a un question time alla Camera della deputata Manuela Gagliardi.

De Micheli in aula ha riassunto le principali tappe dei controlli da parte di Autostrade ribadendo che “la centralità della sicurezza delle infrastrutture è fondamentale” per il Mit Per De Micheli la velocizzazione dei controlli è arrivata grazie “alla circolare del 7 luglio” con cui “si è provveduto a impartire indicazioni aggiornate sulle ispezioni che senza incidere in alcun modo sulla validità dei dati rilevati consente di ridurre al minimo l’intervento grazie all’utilizzo di moderne tecnologie di indagine come georadar e laser scanner”.

“Ad oggi siamo totalmente insoddisfatti di ogni risposta – ha replicato la deputata Gagliardi di Cambiamo! – Ci era stato detto che la data ultima per ripristinare il doppio senso sulle autostrade liguri era il 10 di luglio, ma oggi siamo al 15 e sono sempre bloccate. Ci sono ancora molti interventi da fare, ma nessuno spiega in quanto tempo verranno eseguiti. Questo governo ha scientemente sacrificato la Liguria per i suoi giochi di potere interni alla maggioranza, penalizzando intere categorie economiche e limitando i cittadini nella loro libertà di movimento”.

Le tempistiche sui controlli sono state affrontate stamani dal direttore del Tronco di Genova di Autostrade per l’Italia Mirko Nanni la commissione consiliare in Comune a Genova. Nanni ha ricordato che si concluderanno questa notte – e riguarderanno la A10 in direzione ovest tra allacciamento A10/26 e Varazze – le ispezioni nelle gallerie autostradali per le quali non si possono contemplare scambi di carreggiata e per cui, in caso di prosecuzione al mattino, Aspi deve chiudere le tratte interessate.

Tra altri 9 giorni al massimo si concluderanno, ha spiegato il direttore, i cantieri di manutenzione già aperti all’interno delle gallerie ispezionate e per cui è stato necessario intervenire con lavori. “Non significa che i lavori si fermeranno ma le prossime ispezioni saranno tali da potersi concludere regolarmente al mattino con la riapertura delle tratte con doppi sensi di marcia”, ha chiarito l’ingegnere.

Le attività ispettive, ha confermato Nanni, proseguiranno nel corso di tutto il mese di luglio ma “progressivamente avremo un numero minore di cantieri presenti, poi molto dipenderà dagli esiti delle ispezioni stesse, che potranno o meno far scattare ulteriori cantieri ed interventi”. Il direttore di Tronco di Aspi ha spiegato alla commissione consiliare che l’attività ispettiva “è iniziata a gennaio e non si è fermata durante il lockdown ma è stata rallentata a causa della difficoltà nell’approvvigionamento dei materiali”.