Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Bandita la gara per la progettazione della ciclabile in Val Bisagno, avvio lavori nel 2021

Per ora ci sono soldi solo per il primo lotto, tra Prato e la Sciorba, ma l'obbiettivo del Comune è di estendere la rete fino a ponte Feritore

Più informazioni su

Genova. Siamo ancora soltanto, si fa per dire, alla progettazione, per di più parziale, ma è comunque indice che la cosa si farà davvero. Stiamo parlando della ciclopedonale della Val Bisagno. L’obbiettivo dell’amministrazione è assegnare i lavori nel dicembre 2020 e avviare i lavori a marzo 2021.

Un progetto che, in futuro, dovrebbe interessata tutta la vallata, ma che per ora si attuerà solo nella zona tra Prato e Molassana. La stazione appaltante del Comune di Genova, infatti, ha pubblicato il bando di gara della “progettazione definitiva dell’itinerario ciclopedonale in sponda sinistra e destra del torrente Bisagno nel tratto compreso tra il ponte Fleming e il capolinea AMT di Prato ed il tratto a monte su via Adamoli tra ponte Fleming e via Merello”. Si tratta rispettivamente di 3,77 e 0,9 chilometri per i due percorsi.

I concorrenti partecipando alla gara dovranno anche presentare un progetto per il percorso in sponda sinistra del torrente Bisagno nel tratto compreso tra il ponte Feritore e ponte Fleming ed il tratto lato torrente su via Adamoli da via Merello a ponte Fleming, ma soltanto la prima opzione è già finanziata dai fondi Pon Metro. L’aspetto importante è che questa volta non stiamo parlando di una ciclabile d’emergenza ma di un percorso ciclopedonale vero e proprio, su sede autonoma, rialzato rispetto alle corsie stradali e promiscuo fra bici, monopattini e altri mezzi simili e pedoni.

stefano versace

Il termine per la presentazione delle offerte scade alle 12 del 31 agosto, l’apertura delle buste avverrà il 2 settembre.

Il progetto complessivo. Copre un percorso di 5,67 km e prevede la realizzazione del percorso ciclopedonale in sponda sinistra del torrente Bisagno nel tratto di via Adamoli compreso tra Ponte Feritore e Ponte Tollari, l’attraversamento del ponte Tollari, il proseguimento in sponda destra del torrente nel tratto di via Struppa compreso tra Ponte Tollari e il capolinea di Prato (Piazzale Brigata Volante Severino). Per una migliore messa in sicurezza è prevista anche la sostituzione dell’attuale guardrail centrale lungo via Adamoli nel tratto compreso tra Ponte Gallo e Ponte Fleming.

Sulla base dei rilievi effettuati è stato possibile prevedere la realizzazione di un percorso ciclabile mono direzionale su entrambi i sensi di marcia, a livello +15 cm rispetto alla sede stradale, con sezione di larghezza minima di 2 metri. In alcuni punti, per vincoli strutturali la sezione potrà essere leggermente inferiore. Il quadro economico dell’intero progetto è stimato in 4.145.000 euro. Le somme disponibili da finanziamento Pon Metro sono pari a 2.738.205 euro.

Generica

La scelta di procedere prima con questo lotto è stata dettata dalla necessità, da un lato, di non interferire con altri progetti in via di definizione (skytram) dall’altra per mettere in comunicazioni alcuni punti di riferimento sportivi (Ligorna, Sciorba) e di mobilità (capolinea Amt).