Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Piste ciclabili, in arrivo la segnaletica orizzontale anche sulla pavimentazione di via San Lorenzo

Niente corsia rossia, ma ci sarà comunque vernice bianca per indicare il percorso fino al Porto Antico

Più informazioni su

Genova. Non sarà una vera e propria pista ciclabile e nemmeno una bike lane, ma comunque l’ultimo tassello per completare il percorso Boccadasse-Fiumara che in prospettiva sarà prolungato fino alla stazione di Cornigliano. All’appello manca solo via San Lorenzo, il tratto nel centro storico di Genova, ma in realtà si tratta di semplici ritocchi.

La strada che collega piazza Matteotti al Porto Antico di fatto è già ciclabile a norma di legge perché è un’area pedonale. Significa che bici, monopattini elettrici e tutti i mezzi recentemente equiparati ai velocipedi dal codice della strada possono circolare a patto di rispettare un limite di velocità di 6 km/h, equivalente a una camminata veloce. Questo perché si tratta di uno spazio concepito per il transito a piedi e non certo per le discese in volata su due ruote.

In ogni caso Aster nei prossimi giorni realizzerà qualche miglioria per integrare meglio via San Lorenzo nel percorso ciclabile che attraversa il centro. Esclusa l’ipotesi di tracciare una corsia rossa come invece è stato fatto in altri punti, sia perché non ce ne sarebbe bisogno vista l’assenza di traffico veicolare sia perché è una zona di pregio e rovinare la pavimentazione con tutta quella vernice potrebbe risultare molto sgradevole alla vista.

La soluzione sarà a basso impatto: ci saranno cartelli supplementari per chiarire ulteriormente la possibilità di transito per bici e affini, e soprattutto pittogrammi bianchi disegnati per terra per guidare i ciclisti sul percorso verso il Porto Antico. Allo stesso modo bisognerà collegare piazza De Ferrari a piazza Matteotti, rendendo ciclabili alcuni attraversamenti (probabilmente quello di via Dante) e realizzando la segnaletica orizzontale sul lastricato davanti al palazzo della Regione.

In questo modo l’itinerario centrale sarà completo. Per le nuove diramazioni se ne riparlerà a settembre e anche il prolungamento fino alla stazione Cornigliano, arrivati alle soglie di agosto, potrebbe slittare dopo l’estate.