Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Tibor Benedek: a Recco il ricordo di Pizzo e la veglia domenica sera foto

Tibor Benedek rimarrà nei cuori di Recco e dei tifosi: domenica una veglia per lui. Ecco i ricordi dei vertici societari.

Recco. In migliaia ieri sera hanno ricordato Tibor Benedek fuori dalla Alfred Hajos, storica piscina di Budapest. Anche a Recco ci sarà un momento di preghiera per commemorare il grande campione ungherese, per otto anni in biancoceleste: la veglia si terrà domenica sera, dalle 20.30, a Punta Sant’Anna, la sua seconda casa sportiva.
Un evento aperto al pubblico, nel rispetto dell’ordinanza anti Covid-19, organizzato da Recco Pro per testimoniare l’amore che Tibor ha saputo coltivare nella sua permanenza in Liguria con i nostri colori.

Una giornata di dolore per la Pro Recco, la pallanuoto e lo sport. La scomparsa di Tibor Benedek lascia un vuoto incolmabile: “Era un compagno, un capitano, un esempio – afferma il presidente Maurizio Felugo – Tibor ha cambiato il modo di allenarsi e di vivere la pallanuoto, bastava osservarlo per comprendere quale fosse la strada per diventare un campione. Resterà un punto di riferimento accanto ai tanti che hanno scritto la storia della Pro Recco, come Lavoratori e Cevasco, stelle che continueranno a illuminare il nostro percorso. È un giorno tristissimo: ci stringiamo attorno alla famiglia in questo momento di grande sofferenza”.

“Se ne va un simbolo della pallanuoto mondiale, un padre di famiglia, un giocatore straordinario e sempre corretto, un atleta umile che pur avendo conquistato tre olimpiadi consecutive non ha mai fatto pesare le sue vittorie – aggiunge Eraldo Pizzo – Tibor era un professionista esemplare: arrivava per primo in piscina, si esercitava con una pallina contro la colonna per allenare il polso, poi si fermava anche oltre la seduta per migliorarsi e provare i movimenti della partita. Gli saremo grati per tutta la vita, a Recco lo ricorderemo per sempre. Mandiamo un abbraccio forte ai familiari”.