Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Sfalcio, il Comune apre un indirizzo mail per segnalare creuze e marciapiedi infestati dalle erbacce

Diventa operativo intanto il nuovo sistema in base al quale del controllo delle piante infestanti si occuperanno tre ditte private: a bilancio 720 mila euro all'anno

Genova. Non solo i municipi – per mettere da parte le polemiche dei giorni scorsi – ma anche gli stessi cittadini genovesi potranno segnalare al Comune di Genova le situazioni di giungla metropolitana presenti in città, per migliorare il sistema di sfalcio e controllo del verde urbano: l’indirizzo è sfalci@comune.genova.it .

Un mese di tempo a partire da domani, 16 giugno, per concludere il primo round delle attività de risolvere alcune situazioni di criticità acuite anche dal periodo di lockdown durante il quale – come noto – “la natura si è ripresa i suoi spazi”.

Due le novità introdotte dal Comune di Genova nell’ambito delle attività di contenimento di vegetazione spontanea: la sigla di un accordo quadro con imprese private della durata di un triennio e la creazione di un indirizzo email al quale i cittadini potranno segnalare i marciapiedi e le creuze dove le erbacce sono fuori controllo.

La presentazione del nuovo sistema questa mattina durante una conferenza stampa nel salone di Rappresentanza di palazzo Tursi. “Si tratta di un’attività molto impegnativa e quasi esclusivamente manuale – ha ricordato l’assessore ai Lavori pubblici Pietro Piciocchi – anche perché la normativa vigente non consente l’uso di diserbanti, da quest’anno investiremo 720 mila euro all’anno, quasi il doppio rispetto al passato”. La gara d’appalto è stata aggiudicata a tre soggetti cooperativa Il Rastrello e cooperativa Ma.Ris, ognuna si occuperà di tre municipi cittadini.

720 mila euro l’importo complessivo dei lavori, divisi in tre lotti da 240 mila euro ciascuno. Lotti così suddivisi e assegnati a:
Lotto 1 – Municipi V, VI, VII – ditta ISAM
Lotto 2 – Municipi I, II, IV – Cooperativa Il Rastrello
Lotto 3 – Municipi III, VIII, IX – Cooperativa Ma.Ris

Le programmazioni di intervento prevedono il coinvolgimento dei stessi municipi, ai quali è stato inviato l’elenco delle strade utilizzato per gli appalti sotto soglia in modo da verificarne nuovamente le priorità e apportare eventuali integrazioni o modifiche. Nei giorni scorsi da parte dei municipi retti dal centrosinistra era stata lanciata una battaglia contro il Comune per i ritardi nell’attività di sfalcio. In effetti il periodo più intenso dell’emergenza Covid e l’esaurimento del budget in attesa della nuova gara avevano portato a qualche problema.

“Nel capitolato di gara abbiamo previsto una verifica puntuale degli interventi – continua Piciocchi – e per favorire la collaborazione con la cittadinanza, sul sito del Comune apriremo una sezione dedicata allo sfalcio, con documentazioni fotografiche dei lavori svolti, oltre a un indirizzo mail dove i genovesi potranno segnalare dove sia necessario intervenire”.

Intanto l’Ufficio Verde Pubblico comunale, in collaborazione con l’Associazione Ligure Allergici e Asmatici, sta pensando a come limitare i problemi respiratori causati dalla vegetazione spontanea. Tra le soluzioni allo studio dei tecnici, c’è quella di dotare ogni squadra operativa di una pompa a pressione per inumidire d’acqua la parietaria prima dello sfalcio.