Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Sampdoria ancora sconfitta: il Bologna passa 1-2 risultati fotogallery

I blucerchiati subiscono due reti in tre minuti e segnano il gol della speranza troppo tardi

Genova. Ingenuità pagate troppo care in una partita povera di emozioni e in cui il gol dei blucerchiati è arrivato troppo tardi per sperare nell’agguantare il pareggio. Il Bologna passa 1-2 su una Sampdoria che non riesce a schiodarsi da quota 26 punti in classifica. Barrow, entrato nella ripresa, ci mette lo zampino in entrambe le reti della squadra di Mihajlovic, siglando un rigore al 72′ e creando scompiglio nella difesa blucerchiata in occasione del raddoppio di Orsolini. Di Bonazzoli, entrato anche lui nel secondo tempo, la rete della Samp.

Primo tempo.

Gabbiadini e La Gumina la coppia d’attacco. Depaoli dal primo minuto. In mezzo Ekdal e Vieira. Queste le scelte di Ranieri.

L’avvio di partita è combattuto senza però occasioni per nessuna delle due squadre. I primi venti minuti scivolano via senza troppe emozioni e con Ranieri che rimbrotta i suoi chiedendo di attendere e non uscire quando il Bologna è in possesso.

Proprio al 20′ arriva la prima occasione ed è per il Bologna: su corner ben battuto da Orsolini che scavalca quasi tutti, irrompe Sansone, ma Audero respinge. Sugli sviluppi Tonelli ci mette il piede impedendo a Poli di battere a colpo sicuro verso la porta.

La Sampdoria fatica a fare profondità, La Gumina va a prendersi la palla troppo alto, il problema è che nessuno dei suoi crea gli spazi e non è un caso che nell’unica vera verticalizzazione la Sampdoria va vicinissima al gol: è il 34′ e Gabbiadini serve in profondità La Gumina, diagonale sinistro da posizione neanche troppo defilata in area di rigore respinto da Skorupski.

La partita si ravviva dal punto di vista delle azioni degne di nota, una per parte, ma il risultato non si sblocca: al 37′ Soriano ci prova con una botta che termina sull’esterno della rete. Al 40′ calcio piazzato di Gabbiadini, La Gumina di testa conclude sopra la traversa.

Secondo tempo.

Si riparte senza cambi, ma con la Sampdoria con un baricentro più alto e un tiro senza troppe pretese “senza peso” dalla distanza di Bereszynski, pressato, che non va troppo distante dall’incrocio dei pali (52′). Mihajlovic inserisce Barrow per Sansone e Schouten per Poli (54′). Proprio il primo cambio sarà determinante per la partita.

Primo giallo del match per Ekdal, reo di aver interrotto una ripartenza di Palacio e subito dopo gli fa compagnia Medel, che strattona proprio Ekdal.

Il Bologna si fa vedere al 60′: sul corner di Barrow, Danilo colpisce di testa, ma il pallone sorvola il montante.

I blucerchiati sembrano più convinti e vivono il loro momento migliore proprio in questa fase: Linetty ha spazio per entrare in area, ma viene murato da Danilo (61′), mentre Vieira prova un tiro velenoso dal limite deviato in angolo (64′).

Ancora una volta però la Sampdoria paga carissima un’ingenuità di Tonelli che si fa anche male nel contrasto con Medel: la palla arriva a Orsolini che viene atterrato da Murru in area di rigore. Sul dischetto Barrow non sbaglia, nonostante Audero avesse intuito (72′).

Il colpo è tale che la Sampdoria affonda, subendo lo 0-2 subito dopo: Barrow fa ciò che vuole silla sinistra, schivando difensori come birilli, palla in mezzo per Orsolini che di testa insacca saltando nell’area piccola.

Barrow, scatenato, colpisce anche un palo all’83’. Girandola di cambi e la Samp accorcia le distanze con Bonazzoli, che si era già messo in evidenza all’85’ guadagnando un angolo su tiro al volo in scivolata: cross dalla sinistra di Augello, colpo di testa vincente sfruttando un’uscita completamente errata di Skorupski.

Il forcing finale non dà i risultati sperati. Mentre le squadre rientrano negli spogliatoi, si sente Ranieri protestare a caldo dicendo “è una farsa”, probabilmente riferendosi alla gestione dei falli dell’arbitro Doveri.

Sampdoria-Bologna 1-2

Reti: 72′ Barrow (R); 75′ Orsolini; 88′ Bonazzoli

Sampdoria: Audero, Bereszynski (80′ Augello), Tonelli (74′ Yoshida), Colley, Murru (80′ Leris), Depaoli, Vieira, Ekdal, Linetty (80′ Ramirez), La Gumina (73′ Bonazzoli), Gabbiadini.

A disposizione: Falcone, Chabot, Askildsen, Thorsby, Maroni, D’Amico, Bertolacci.

Allenatore: Ranieri

Bologna: Skorupski, Tomiyasu, Danilo, Bani, Djjk, Medel (83′ Dominguez), Poli (54′ Schouten), Orsolini, Soriano (87′ Svanberg), Sansone (54′ Barrow) Palacio (87′ Cangiano) .

A disposizione: Da Costa, Denswil Bonini, Krejci Corbo, Juwara, Cangiano, Baldursson.

Allenatore: Mihajlovic

Arbitro: Doveri di Roma 1

Ammoniti: Ekdal, Tonelli, Yoshida (S); Medel (B)