Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Sabato 27 giugno Nervi scende in piazza contro il nuovo porticciolo e la cementificazione

Un filo rosso, simbolicamente e fisicamente, unirà la chiesa di San Siro con l'area Campostano. Sabato 20 invece presidio di Nuova ecologia

Più informazioni su

Genova. “Ora o mai più”. L’ora sarà sabato 27 giugno dalle 10 alle 12 quando un nutrito gruppo di cittadini e associazioni si daranno appuntamento a Nervi per manifestare contro il progetto di ricostruzione del porticciolo e l’ipotesi di realizzazione di un nuovo supermercato nell’area di Campostano.

La manifestazione è stata organizzata da Paolo Criaco e Matteo Ciappina, che nelle scorse settimane hanno animato la protesta anche con un gruppo Facebook che ha raggiunto gli oltre 2100 iscritti.

“No ad un nuovo supermercato nel centro di Nervi che sbancherà la collina di Campostano, area verde e protetta, stravolgendo la bellezza del posto, il tessuto sociale ed economico – si legge tra le motivazioni – No al progetto del porticciolo cosi come è, questo deve essere rivisitato e naturalizzato secondo il contesto. Sì al dialogo ed alla concertazione, che forse prenderà qualche mese in più ma eviterà che Nervi sia devastata dal cemento”.

Gli organizzatori annunciano che la manifestazione sarà attuata attraverso il dipanamento di un lungo filo rosso proprio tra la chiesa di San Siro, fino alla collina di Campostano, dove dovrebbe sorgere la nuova piscina che sostituirà la storica Massa insieme a un supermarket.

Già questo sabato 20 giugno previsto un presidio del Circolo Nuova Ecologia in piazza Pittaluga.