Quantcast
Sostegno

Regionali, cresce il fronte pro Sansa: “Esponente società civile che ben conosce la Liguria”

"Può riavvicinare al voto le persone che si sono allontanate e convincere della validità della nostra proposta politica il fronte ampio di coloro che vogliono un’alternativa netta rispetto al governo di Toti"

Generica

Genova. «La designazione del candidato presidente dell’alleanza è arrivata a un punto decisivo: ci auguriamo che il prossimo incontro sia effettivamente quello che conclude un percorso del tutto nuovo che ha portato le forze che si oppongono all’attuale amministrazione a promuovere scelte talora non facili, giungendo alla redazione di una piattaforma programmatica da proporre ai cittadini liguri» – affermano Carla Nattero di Sinistra Italiana Liguria, Gianni Pastorino di Linea Condivisa, Gianpaolo Malatesta di E’ viva, Lia Giribone e Sebastiano Sciortino di Europa Verde, Claudia Moreni e Giuliano Graziani di Possibile e Mariuccia Cadenasso del comitato “Per Ferruccio Sansa Presidente”.

«Proprio in considerazione del percorso difficile finora affrontato, ci pare utile riprendere le ragioni di fondo che ci spingono a sostenere la candidatura di Ferruccio Sansa. La nostra scelta, prima di tutto, è in positivo, non è contro altri candidati. Noi riteniamo che Ferruccio Sansa, per la sua storia professionale, per le battaglie sostenute per la tutela dell’ambiente e della legalità, per la nettezza del suo percorso personale, rappresenti la candidatura più autorevole che si possa proporre. Inoltre, come emblematicamente rappresentato dal recente sondaggio commissionato da Toti, obiettivamente, è il candidato che risulta avere maggiori chances di giocare questa battaglia e battere l’avversario.

Sansa è un esponente autentico della società civile, che ben conosce la Liguria, sia per avervi vissuto da sempre, sia per l’impegno professionale che l’ha portato a raccontarne per anni ogni dettaglio. La sua figura rappresenta la sintesi originale dell’inedita alleanza tra Campo Progressista e Movimento 5 stelle. Riteniamo inoltre che l’impegno di Sansa di questi anni sia in grande sintonia con i punti di programma su cui abbiamo fondato il nostro accordo politico.

Perciò a nostro parere il nome di Sansa è quello che più di tutti può unire elettrici ed elettori che potenzialmente si riconoscono in questo schieramento e, con la sua carica fortemente innovativa, può riavvicinare al voto le persone che si sono allontanate e convincere della validità della nostra proposta politica il fronte ampio di coloro che vogliono un’alternativa netta rispetto al governo di Toti» – spiegano.

leggi anche
  • Urne
    Regionali verso l’election day il 20-21 settembre, Toti: “Siamo in zona Cesarini, guai andare oltre”
    Generica
  • Psicodramma
    Regionali Liguria, il nome di Sansa lacera il Pd: ancora 48 ore per salvare l’alleanza
    Generica