Quantcast
Il bilancio

Nuovi pattuglioni in centro storico, la polizia identifica in due giorni 160 persone

Un arresto e quattro denunce

Generica

Genova. Primo bilancio della nuova rimodulazione dei servizi di controllo in centro storico, dopo che il tavolo tecnico in prefettura ha deciso la suddivisione dei vicoli in tre spicchi assegnati a rotazione a polizia, carabinieri e polizia locale.

Nelle giornate dell’1 e del 2 giugno i commissariati Centro e Pré hanno coordinato diversi pattuglioni, composti da personale della Questura e dei Commissariati, del R.P.C Liguria e dai cinofili, finalizzati al contrasto dei reati predatori e dello spaccio di stupefacenti.

Durante l’attività sono state identificate 160 persone. In particolare, è stato arrestato un 40enne marocchino in esecuzione di un ordine di carcerazione per spaccio che, portato nel carcere di Marassi, dovrà scontare una pena di 3 anni e mezzo.

Sono stati inoltre denunciati 2 giovani albanesi per lesioni aggravate in concorso durante una lite in strada. Denunciati anche un marocchino ed un ghanese di 37 anni poiché irregolari ed un ghanese 27enne, sorpreso in Via San Luca, in violazione di misura cautelare del divieto di dimora nel Comune di Genova.

Inoltre un senegalese di 23 anni è stato messo a disposizione dell’ufficio Immigrazione per avviare la procedura di espulsione.

Più informazioni
leggi anche
  • La mappa
    Centro storico: ecco le tre zone in cui saranno suddivisi i controlli delle forze dell’ordine
    Generica
  • Accordo in prefettura
    Centro storico e spaccio, nelle ‘zone’ dei controlli entra in campo la polizia locale: rafforzato il nucleo sicurezza urbana
    Prima serata di movida in centro storico dopo il lockdown, polizia locale e steward anti assembramento