Quantcast
Tendenze

Lockdown: crescono i pagamenti online

Sull’onda dell’emergenza sanitaria, sempre più persone in Italia scelgono strumenti alternativi elettronici e digitali per pagare le proprie spese.

smart working

L’Italia, regina dei pagamenti in contante, si sta progressivamente avvicinando all’online payment. I numeri sono ancora distanti da quelli registrati in Paesi virtuosi della cashless society come Danimarca, Svezia e Finlandia, in cui si effettuano più di 300 transazioni elettroniche pro capite all’anno, quasi quattro volte tanto quelle che si sono contate in Italia nel 2019. Le cose, tuttavia, stanno gradualmente cambiando.

L’Osservatorio sui pagamenti innovativi del Politecnico di Milano ha analizzato l’effetto della pandemia da Covid-19 sugli Italiani, costretti a rivoluzionare anche le più consolidate abitudini di spesa. Si può dire che il timore dei contatti ravvicinati e dello scambio di contanti abbia contribuito ad accelerare la transazione verso la digitalizzazione. Per garantire igiene e sicurezza ai propri collaboratori e consumatori, artigiani, commercianti e Pmi si sono progressivamente dotati di strumenti di pagamento digitali. Ed è così che, durante il lockdown, il contactless payment (NFC) è pressoché triplicato anche per i cosiddetti negozi tradizionali. In alcuni casi, bottegai, panettieri, fruttivendoli hanno visto aumentare del 350% i pagamenti elettronici.

Dall’emergenza Covid è arrivata una spinta decisiva ai pagamenti digitali.

 Le industrie pioniere dei pagamenti innovativi

Secondo gli specialisti del settore, la domanda di pagamenti senza contatto fisico con carta di credito o smartphone potrebbe continuare a crescere sulla scia del cambiamento imposto dal coronavirus. Vediamo però quali sono le industrie pioniere dei pagamenti innovativi, che per prime hanno abbattuto le barriere del contante.

Casinò online

I migliori casinò online sono quelli in grado di offrire ai propri utenti la possibilità di giocare e pagare in completa sicurezza. Con la crescita costante del business (nel 2019 la spesa nei casinò game è aumentata del 17,1% rispetto all’anno precedente) i fornitori hanno continuato a sviluppare tecnologie e modalità di pagamento. Una delle ultime novità, come spiegato su questa pagina di truffa.net, è la possibilità di ricaricare l’account casinò con paysafecard. Sicura e di semplice utilizzo, paysafecard altro non è che una carta prepagata acquistabile in tabaccheria, con cui è possibile aggiungere fondi sul portale gambling utilizzato.

E-commerce

Per forza di cose, i big del commercio elettronico sono stati tra i primi a migliorare la sicurezza dei sistemi informatici adibiti a effettuare transazioni e pagamenti online. Sono passati ormai tre anni da quando Amazon, l’e-commerce per eccellenza, ha introdotto anche in Italia Amazon Pay. Il sistema di pagamento consente di acquistare beni anche su siti di terze parti al di fuori dal colosso di Jeff Bezos. Dal punto di vista dell’acquirente, Amazon Pay semplifica notevolmente la gestione di ulteriori account e password. Lato venditore, velocizzando i processi di acquisto consente di incrementare il tasso di conversione e di ridurre la percentuale di abbandono del carrello.

Gli e-commerce sono stati tra i primi ad aprire il fronte dei pagamenti online.

I principali sistemi di pagamento online e digitali

 Semplicità, sicurezza e rapidità sono le caratteristiche essenziali richieste ai servizi di pagamento digitale. Sulla base di quanto detto, la carta di credito è oggi lo strumento più utilizzato per finalizzare un acquisto online. Come rilevato dall’ Osservatorio Innovative payments di PoliMi, in grande crescita è l’impiego delle carte contactless, con il 67% in più di transazioni registrate nel 2019 in confronto al 2018.

Anche i wallet per pagamenti si confermano come uno degli strumenti favoriti dai buyer, specialmente da coloro che preferiscono non inserire continuamente i dati della carta di credito online. Il più utilizzato sia per prodotti che per servizi in Europa e negli USA è PayPal, che tra il 2017 e il 2019 ha accresciuto del 35,73% il proprio fatturato. Protagonista del segmento NFC è anche Satispay, la società di pagamenti elettronici che, dopo essersi rafforzata in Italia, mira a espandersi sul resto del territorio europeo. Nel corso del primo trimestre 2020 ha raggiunto la cifra record di un milione di utenti e 100mila esercizi aderenti al circuito.

Il trend positivo di crescita dei digital payment lascia ben sperare per il futuro. Il settore è in fase di continua trasformazione; gli analisti ritengono che nel corso dell’anno le transazioni digitali continueranno ad aumentare, con smartphone e wearable che arriveranno a interpretare un ruolo decisivo nel settore. E chissà che nel tempo non si assista a una maggiore diffusione delle forme di pagamento invisibile, già sperimentate da realtà come Amazon Go e Pass Pay, e testate anche da Conad all’interno di alcuni punti vendita.09

Più informazioni