Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

In Liguria più di 1000 professionisti della sanità a rischio, ultima chiamata il 30 giugno

Rischiano di incorrere nell'esercizio abusivo della professione perché non hanno adeguati titoli di studio

Più informazioni su

Genova. In Italia ci sono più di 20mila professionisti sanitari che rischiano di incorrere nell’esercizio abusivo della loro professione, in Liguria se ne stimano più di mille. È l’allarme che arriva dall’ordine dei tecnici sanitari della radiologia medica e dei professionisti sanitari della riabilitazione e della prevenzione. L’ultima chiamata per mettersi in regola scade il 30 giugno, poi c’è il rischio concreto di perdere il posto di lavoro.

Si tratta di professionisti assunti diversi anni fa in strutture pubbliche come gli ospedali, ma anche in cooperative o aziende sanitarie, in possesso di titoli di studio desueti, che non permettono l’iscrizione obbligatoria agli albi. A salvare queste figure è stato il decreto del ministero della salute, datato 9 agosto 2019 e firmato dall’allora ministro della sanità Grillo, con la creazione degli elenchi speciali ad esaurimento creati per registrare legalmente la loro posizione lavorativa. Pena il licenziamento.

“Si tratta in prevalenza di tecnici di laboratorio, educatori professionali e tecnici della prevenzione, che negli anni non sapevano di regolarizzarsi, per i quali si è creata un ultimissima chiamata. Ma non è una sanatoria – spiega il presidente dell’ordine di Genova, Imperia e Savona, Antonio Cerchiaro – Sono professionisti che quando hanno iniziato a lavorare possedevano le carte in regole e un titolo regolare per accedere a anche a concorsi pubblici. Le norme sono cambiate e ora non tutti hanno un titolo che gli permette di iscriversi all’albo. Non si riesce a fare una stima precisa, tuttavia dalle stime che ci provengono a livello nazionale, supponiamo che i professionisti coinvolti in Liguria potrebbero essere più di mille”.

Gli interessati dovranno iscriversi entro il prossimo 30 giugno 2020, ognuno secondo la propria professione di riferimento. Il provvedimento è rivolto a tutti coloro, non ancora iscritti, che svolgono o abbiano svolto un’attività professionale in regime di lavoro dipendente o autonomo per un periodo minimo di 36 mesi, anche non continuativi, negli ultimi 10 anni.

Per iscriversi è necessario accedere al sito www.iscrizioni.alboweb.net, richiedere una nuova domanda di iscrizione all’elenco speciale ad esaurimento ed inserire i documenti necessari. Ad oggi l’Ordine TSRM PSTRP di Genova, Imperia e Savona conta circa 5500 professionisti sanitari iscritti, appartenenti a 19 professioni, che si occupano di prevenzione, diagnostica, riabilitazione e assistenza sanitaria.