Flash mob

Fridays for Future, gli attivisti si spogliano in piazza De Ferrari: “Toglieteci tutto ma non il futuro” fotogallery

Gli ambientalisti sono tornati a manifestare dopo il lockdown togliendosi i vestiti nel bel mezzo di piazza De Ferrari

Genova. Si sono spogliati davanti alla fontana di piazza De Ferrari e si sono coperti di cartelli con la scritta “Toglietemi tutto ma non il futuro”. Così gli attivisti di Fridays for Future sono tornati a manifestare con un flash mob dopo la lunga assenza a causa dell’emergenza coronavirus.

“Toglieteci anche i vestiti se questo può servire a trasmettere la nostra disperazione, se può servire a salvare la nostra vita e le future generazioni – ha spiegato Francesca Ghio, una dei punti di riferimento del movimento genovese- Perché è così che le cose vanno. Ora occorre che tutto il sistema cambi. Proprio di fronte alla portata del cambiamento che abbiamo dinnanzi ci sentiamo impotenti, nudi”.

Gli attivisti, quindi, si sono tolti i vestiti e hanno dato vita al flash mob nella piazza centrale di Genova. “Abbiamo usato l’arte in piazza per cercare di smuovere la sensibilità delle persone – ha spiegato un’altra attivista – perché il significato è che siamo alla frutta”.

“Durante il coronavirus abbiamo visto che il sistema che ci sta portando all’emergenza climatica su può fermare. Quello che manca, quindi, è la volontà. Non sappiano più come dirlo e useremo tutte le nostre possibilità per comunicare l’importanza di far capire che il clima è un problema reale”, hanno concluso.

Più informazioni
leggi anche
Sciopero per il clima, Fridays for future Genova
Clima
Fridays for Future sciopera online anche a Genova: “Noi non vogliamo tornare alla normalità”
ruspa al lavoro
Non vanno bene
Piscine più grandi e parcheggi nei parchi, le modifiche al Puc che non piacciono agli ambientalisti
Sciopero per il clima, Fridays for future Genova
Elezioni regionali
“Non avete scuse”, il programma di Fridays for Future: acqua pubblica, no plastica ed educazione green