Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Elisoccorso, sì a Tursi all’odg del M5s: “Chiediamo una convenzione per 365 giorni all’anno”

Più informazioni su

Genova. “Il 30 giugno, la Liguria rischia di perdere un servizio pubblico vitale, vale a dire l’elisoccorso HTEMS (soccorso primario) e l’HEMS (eliambulanza trasporto sanitario), assicurati alla cittadinanza a tutto tondo (365 giorni all’anno e h24) grazie alla convenzione ancora in essere (per un importo di circa 2 milioni di euro all’anno) tra Regione Liguria e il Dipartimento Vigili del Fuoco”, questo al centro di ordine del giorno presentato oggi in consiglio comunale a Genova e votato dall’aula. Il documento presentato da Stefano Giordano, consigliere del M5s e vigile del fuoco.

La privatizzazione del servizio, voluta dal Governatore Toti, è già stata affidata al costo di circa 3,5 milioni per il solo servizio eliambulanza a una delle aziende presenti sul territorio, ricordate peraltro costantemente dal procuratore capo di Catanzaro Nicola Gratteri proprio in merito allo scandalo Elisoccorso”.

“Per opporsi a quella che sarebbe la fine di una sinergia perfetta sotto tutti gli aspetti, dalla professionalità alla economicità, tra VVF e Sanità, ci siamo battuti fin dalla prima ora e oggi abbiamo portato a casa un primo risultato positivo, che auspichiamo getti le basi per un percorso più virtuoso e soprattutto nell’interesse dei cittadini: è stato infatti accolto all’unanimità il nostro ordine del giorno che impegna la Regione Liguria a farsi portavoce presso il Ministero dell’Interno, affinché sia istituito un tavolo nazionale che possa portare il Dipartimento Nazionale, il Governatore Toti e i 4 sindaci delle province a rivedere le proprie posizioni al fine di rimodulare una nuova convenzione con la Regione Liguria, che garantisca il servizio 365 giorni all’anno h24 per almeno 5 anni all inclusive di HTEMS ed HEMS”, dichiara il consigliere comunale Stefano Giordano, primo firmatario dell’odg votato oggi e sottoscritto dai colleghi del Gruppo.

Sull’affidamento del servizio ai privati è intervenuto anche il consigliere regionale Andrea Melis, secondo cui “la questione si fonda su radici lontane: anni addietro infatti il centrodestra in Regione aveva già manifestato la volontà e l’ipotesi di cercare soggetti privati cui affidare il servizio di elisoccorso. Non posso che auspicare ci si dia da fare per evitare la privatizzazione, visto come sono andate quelle sugli ospedali: oggi più che mai è evidente quanto sia necessario rivedere scelte evidentemente sbagliate”.