Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Dopo il lockdown tornano i controlli sui bus Amt: quasi uno su dieci viaggia senza biglietto

Durante le attività di verifica sono stati controllati complessivamente 2.653 passeggeri, riscontrando 230 situazioni irregolari per un tasso di evasione pari all’8,6%

Più informazioni su

Genova. Ripartite le verifiche a bordo dei bus. Dopo lo stop legato alle misure di contrasto all’emergenza sanitaria, ieri, giovedì 11 giugno, si è svolta la prima verifica sui bus genovesi con il consolidato obiettivo di contrastare l’evasione tariffaria e tutelare i clienti che viaggiano correttamente sui mezzi pubblici. Le verifiche costituiscono un’attività strategica per la tutela del trasporto pubblico locale.

“Nel ritorno verso una graduale normalità, ci è sembrato doveroso riprendere le attività di verifica a bordo dei mezzi – dichiara Marco Beltrami, amministratore unico di Amt – Una forma di rispetto verso la grande maggioranza che paga regolarmente ma anche un modo di dare fiducia a tutti i nostri passeggeri”.

I controlli si sono svolti durante tutta la giornata di ieri, dalle 6.00 alle 24.00, ed hanno impegnato 42 verificatori che hanno operato secondo lo schema dell’attività quotidiana ordinaria, salendo a bordo dei bus per verificare che i passeggeri fossero muniti di regolare titolo di viaggio.

La verifica ha coinvolto le zone di via XX Settembre, via Dante, piazza Dante, via Ceccardi, via Gramsci, Caricamento, via Balbi, via San Benedetto, Principe, Sestri Ponente, Molassana, Prato, Sant’Agata e Brignole. Durante le attività di verifica sono stati controllati complessivamente 2.653 passeggeri, riscontrando 230 situazioni irregolari per un tasso di evasione pari all’8,6%. 47 dei 230 sanzionati hanno regolarizzato immediatamente la loro posizione pagando direttamente al verificatori l’oblazione di euro 41,50.

Le verifiche sui diversi mezzi proseguiranno nei prossimi giorni con la stessa intensità; la continuità e la diversificazione dei controlli rappresentano, infatti, punti cardine di Amt per contrastare l’evasione e quanti tentano di utilizzare il trasporto pubblico senza pagare il biglietto.