Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Coronavirus, niente ticket per cure post covid. Test sierologici gratis per forze dell’ordine e pubbliche assistenze

La decisione presa dalla giunta regionale

Più informazioni su

Genova. Oggi la giunta regionale darà l’ok definitivo ad una delibera che farà sì che tutte le persone guarite dal Covid-19 che debbano affrontare un percorso di follow up, con una serie di prestazioni connesse, non debbano pagare il ticket.

L’annuncio è arrivato ieri dal presidente di Regione Liguria Giovanni Toti “Oltre a questo la delibera di domani confermerà la possibilità di effettuare gratis i test sierologici per il personale delle forze dell’ordine, dei vigili fuoco e del personale, anche volontario, delle pubbliche assistenze”.

“I numeri ci confermano un ridimensionamento dell’epidemia – spiega la vicepresidente Sonia Viale -, ma è necessario prendere atto delle conseguenze che la malattia ha avuto su chi è stato ricoverato e dimesso: queste persone hanno necessità di avere dei percorsi di follow up, e per questo abbiamo ritenuto che queste persone non debbano affrontarli pagando il ticket. La delibera – spiega Viale – affida ad Alisa il compito di delineare i percorsi di presa in carico dei guariti, anche a fini di approfondimento scientifico, di ricerca e di studio per comprendere meglio quali possano essere le conseguenze di questa patologia”.

“Inoltre – aggiunge l’assessore alla Formazione Ilaria Cavo – emaneremo una nuova ordinanza che permetterà la ripartenza della formazione professionale per adulti, in aula, anche a livello aziendale. Si tratta di un passo avanti importante per il settore, che permette anche la ripartenza dei corsi privati, come ad esempio quelli di lingue. Autorizzeremo inoltre anche il rientro nelle residenze universitarie, in caso di necessità relative al percorso di studi, seguendo il protocollo di sicurezza pubblicato sul sito di Aliseo: si tratta di una opportunità in più per gli studenti titolari di borsa di studio”.