Quantcast
Infettivologo

Coronavirus, Bassetti: “Basta catastrofismo. Speriamo di arrivare a zero contagi in un mese”

“Dal 4 maggio ad oggi nessun aumento dei contagi. Pazienti meno gravi, virus meno aggressivo”

Generica

Regione. “Ci sono varie novità molto interessanti, oltre ad alcune conferme sul fronte Covid”. E a presentarle e sviscerarle è Matteo Bassetti, infettivologo e primario al San Martino di Genova.

In primis si parte dai contagi: “A distanza di più di 5 settimane dalla riapertura del 4 maggio (ovvero dopo un tempo che è di 2 volte e mezzo quello massimo di incubazione della malattia), – ha spiegato Bassetti, – non si è assistito, come qualcuno aveva previsto, ad un aumento dei contagi né tanto meno dei casi di malattia ricoverati in ospedale o gestiti a casa. Il primo focolaio italiano di Covid-19, che è iniziato con numeri importanti a febbraio, sta quindi volgendo al termine in tutte le regioni italiane, compresa la Lombardia. Speriamo di arrivare a zero contagi entro le prossime 3-4 settimane. Credo che questa sia una buona notizia. Basta terrorismo e catastrofismo. Con molta cautela e senza il ‘liberi tutti’, guardiamo con ottimismo al futuro”.

Quindi si passa alla presentazione clinica e alla gravità dei nuovi malati di Covid, tematica molto dibattuta negli ultimi giorni, con tesi molto contrastanti. Ecco quella di Bassetti: “È stato detto molto, forse troppo negli ultimi 10 giorni. Posso confermare che anche gli ultimi ricoveri presentano le medesime caratteristiche. Sono meno gravi, meno aggressivi, meno impegnativi già nella loro presentazione iniziale rispetto a quelli di marzo. Non abbiamo più visto branchi di tigri assassine latrici di morte, ma soltanto qualche gatto selvatico, il più delle volte, docili come felini domestici”.

“Uno studio inglese dell’University College di Londra ha confermato che il virus è mutato per ben 189 volte in tutto il mondo adattandosi quindi all’uomo. Lo ha fatto in un tempo veramente molto breve rispetto ad altri virus simili del passato. Lo stesso studio è stato anche in grado di ridatare la comparsa del virus nel mondo agli inizi di ottobre 2019.  Dopo tutte le polemiche editoriali suscitate dallo studio sulla clorochina pubblicato su Lancet, ne arriva un altro che in maniera, direi inequivocabile, spegne definitivamente gli entusiasmi su questo farmaco per la cura di pazienti ospedalizzati con il Covid. Si tratta dello studio ‘Recovery’ in cui sono stati trattati oltre 11000 pazienti e non si è visto alcun beneficio con il’uso della drossiclorochina (plaquenil)”.

leggi anche
Generica
Ipse dixit
Coronavirus, Bassetti: “Test sierologici, più se ne fanno meglio è, bisogna conoscere l’infezione”
Generica
Paragone
Bassetti: “A marzo il Covid era una tigre, oggi è un gatto selvatico addomesticabile”
Generica
Esperti
Coronavirus, Bassetti: “Ha perso potenza di fuoco”. E Zangrillo: “Clinicamente non esiste più”
matteo bassetti
Trend in calo
Coronavirus, Bassetti: “Ora di virus ne gira quasi nulla”. Al San Martino chiuso reparto covid
San Martino zero decessi Coronavirus
Buona notizia
Al San Martino niente pazienti Covid nell’area critica: è la prima volta da inizio emergenza
Generica
L'analisi
Coronavirus, Bassetti: “Quattro categorie di asintomatici, ecco chi può trasmettere il contagio”
Generica
Ipse dixit
Coronavirus, il peggio deve ancora arrivare? Bassetti smentisce l’Oms: “Siamo ai titoli di coda”