Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Riapertura regioni, è subito caos: 9 km di coda per incidente per chi arriva da Milano

Il primo giorno del via libera agli spostamenti si apre con pesanti disagi sulla A7

Genova. Il primo giorno di riapertura tra le Regioni, con spostamenti possibili senza bisogno di autocertificazione, si è aperto con un incidente attorno alle 7 del mattino sulla A7 all’interno della galleria Maltempo.

Un tamponamento tra un’automobile e un autocarro, con due feriti proprio all’altezza del bivio con la A10 e quello con la A12, sta creando parecchi disagi.

La coda si è allungata da 5 a 9 km, ha fatto sapere Autostrade per l’Italia. Sul luogo dell’evento il traffico transita su una sola corsia. Agli utenti provenienti da Milano e diretti verso Genova si consiglia di uscire a Genova Bolzaneto.

Alle 9 l’incidente è stato risolto e la coda sta diminuendo.

Il sinistro acuisce i disagi che erano già presenti in quel tratto di autostrada: si procedeva già su una corsia a causa di un cantiere.

Proprio i cantieri saranno la croce di chi si sposterà in Liguria in questo mese. Un fitto elenco che i viaggiatori devono monitorare ogni settimana, tanto che, in vista della stagione estiva e degli spostamenti verso le località balneari, Autostrade pensa anche a corsie dinamiche aperte in uno o l’altro senso di marcia a seconda dei flussi di traffico.

L’unica “consolazione” per i genovesi è che dal primo giugno Autostrade ha fatto scattare il nuovo piano di esenzioni sui pedaggi per compensare i residenti, e in parte i turisti, dei disagi legati a ispezioni e lavori urgenti su gallerie e viadotti.

All’interno dell’area metropolitana di Genova l’autostrada sarà completamente gratuita, ma non per chi arriva da fuori (ci sono però alcune eccezioni). Le esenzioni sono valide al momento fino al 30 giugno, giorno entro il quale si prevede di completare tutti gli interventi di messa in sicurezza. Il pedaggio è azzerato all’interno del nodo genovese, nel tratto terminale della A26 da Ovada alla A10 e per chi entra ed esce nel tratto tra i caselli di Varazze, Ovada, Vignole Borbera, Genova Ovest e Lavagna. Stessa misura per chi entra o esce ai caselli di Albisola, Celle Ligure e Sestri Levante.

Per quanto riguarda la giornata di domani, giovedì 4 giugno, proprio sulla A7 Serravalle-Genova è prevista la chiusura (dalla mezzanotte alle quattro), del tratto compreso tra Genova Bolzaneto e Ronco Scrivia, verso Serravalle/Milano.
In alternativa, dopo l’uscita obbligatoria alla stazione di Genova Bolzaneto, si potrà percorrere la SP35 dei Giovi e si potrà rientrare alla stazione di Ronco Scrivia. I mezzi pesanti potranno entrare alla stazione di Genova Aeroporto, sulla A10 Genova-Savona, immettersi sulla A26 Genova Voltri-Gravellona Toce fino all’allacciamento con la Diramazione Predosa Bettole da cui proseguire sulla A7 verso Milano.

Sempre nella notte: chiusura del tratto compreso tra Genova ovest e l’allacciamento con la A12 Genova-Sestri Levante, verso Serravalle/Milano. In alternativa, chi è diretto verso Serravalle/Milano, potrà entrare alla stazione di Genova Bolzaneto sulla A7 e chi è diretto in A12 alla stazione di Genova est o Genova Nervi sulla A12;

Dalla mezzanotte alle quattro, sulla A7 chiusura della stazione di Busalla in entrata per chi è diretto verso Milano. In alternativa si consiglia di entrare alla stazione di Ronco Scrivia. Anche la stazione di servizio Campora Est sarà chiusa per lavori dalla mezzanotte alle 4 del 4 giugno.

A10 Genova-Savona
Chiusura del tratto compreso tra Genova Aeroporto e Genova Pra’ verso Savona dalle 21 alle 6. In alternativa si potrà entrare alla stazione di Genova Pra’.

A12 Genova-Sestri Levante
Per chi proviene da Genova, deviazione obbligatoria in uscita alla stazione di Chiavari dalle 22 alle 6. Si potrà rientrare dalla stessa stazione, per riprendere l’itinerario.

A26 Genova Voltri-Gravellona Toce
Chiusura del tratto compreso tra Masone e l’allacciamento con la A10 Genova-Savona, verso Genova dalle 22 alle 6. In alternativa, dopo l’uscita obbligatoria alla stazione di Masone, si potrà percorrere la SP456 del Turchino e rientrare alla stazione di Genova Prà sulla A10. Si segnala che, sulla SP456 del Turchino, vige una limitazione alla circolazione per i mezzi con massa superiore alle 7,5 tonnellate, dal km 78+765 al km 104+302. Pertanto, i mezzi pesanti che da Alessandria/Gravellona Toce sono diretti verso Genova, potranno percorrere la D26 Diramazione Predosa Bettole e proseguire sulla A7 Serravalle-Genova in direzione di Genova.