Quantcast
Servizio

Centri estivi 0-6 anni al via il 29 giugno ma i posti sono limitati, il Comune lancia un sondaggio tra le famiglie

Il servizio sarà esteso fino al 31 luglio ma le normative Covid ridurranno le classi. Tursi chiede una manifestazione di interesse ai genitori per capire a quanti dovrà dire di no

Generica

Genova. Apriranno dal 29 giugno e avranno una durata più ampia (fino al 31 luglio) i centri estivi del Comune di Genova per i bambini dagli 0 ai 6 anni. Si tratta di 19 scuole d’infanzia e 18 nidi. Un’estensione che viene incontro alle famiglie che, in questi mesi di emergenza Coronavirus, hanno dovuto gestire i figli più piccoli 24/7, tutto il giorno e tutti i giorni, e che chiedono che sia data loro la possibilità di un servizio sociale fondamentale anche per la crescita dei bambini.

Il problema è che, a causa delle normative anti-contagio – che prevedono sostanzialmente la creazione di classi ridotte, ma il protocollo definitivo sarà messo a punto domani in un incontro con i sindacati – i posti disponibili saranno circa un terzo di quelli dell’anno scorso. Per esempio, per le fasce di età minori si potrebbe dover garantire un educatore ogni 3 bambini. Il Comune di Genova, per questo, ha chiesto con un sondaggio alle famiglie genovesi quante sarebbero interessate al servizio. A questo link si può rispondere.

L’anno scorso i posti a disposizione erano 1900. Quest’anno potrebbero non superare i 700. La speranza del Comune è che non troppe famiglie abbiano bisogno di centri estivi di nidi e scuole d’infanzia in modo da non dover lasciar fuori nessuno, ma è probabile che si verifichi l’esatto contrario, viste le tante persone che quest’anno hanno già esaurito le ferie perché costretti dai datori di lavoro o che comunque preferiranno lavorare piuttosto che andare in vacanza.

Nella lettera inviata da Tursi, che rimanda a una sorta di manifestazione d’interesse sul sito del Comune, si preannuncia che “il servizio estivo 2020 – Fase 2 Covid-19 dovrà necessariamente assumere caratteri di eccezionalità dovuti all’adozione delle misure per il contenimento dell’emergenza sanitaria determinata dal COVID-19 e all’adeguamento alle disposizioni contenute nelle Linee guida nazionali e regionali”. Le manifestazioni d’interesse saranno raccolte fino alle 12 del 19 giugno. Sempre nella lettera il Comune chiarisce che a svolgere il servizio sarà personale educativo qualificato.

Chi può partecipare. Possono presentare la manifestazione d’interesse al servizio estivo 2020 del Comune di Genova le famiglie delle bambine e bambini iscritti, per l’anno in corso, ai servizi 0-6 anni comunali (nidi d’infanzia, centro bambine/i Villa Stalder, Scuole infanzia e Sezioni Primavera).

Più informazioni
leggi anche
  • Servizio
    Centri estivi, a Genova partenza a singhiozzo: solo per 471, gli Ats non accolgono le domande
    asilo nido Stella Stellina