Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Caos autostrade e ipotesi chiusure, Toti: “Pronta ordinanza che imponga piano alternativo, sennò chiederemo i danni”

Il presidente della Regione Liguria definisce "inaccettabile" l'ipotesi di piano che prevede la chiusura continuativa di alcune tratte

Genova. “Ho chiesto ai nostri uffici di preparare un’ordinanza che imponga al Ministero e ad Autostrade di presentare a Regione un piano di lavori che unisca la mobilità con la sicurezza nel nostro territorio. Mi auguro che vogliano farlo senza impugnare l’atto. La seconda cosa: siamo pronti ad andare in tribunale per chiedere il risarcimento del danno patito dai nostri cittadini e dalle nostre imprese. Un danno gigantesco”. Lo scrive il governatore della Regione Liguria Giovanni Toti sulla sua pagina fb rispondendo alle tante preoccupazioni dei cittadini esasperati dalle code e preoccupati all’ipotesi del piano di chiusure continuative per alcune tratte.

“Infine, chiedo che il Governo, come parziale indennizzo, finanzi immediatamente tutte le opere che le categorie economiche della Liguria stanno chiedendo e che giudicano indispensabili. E tutto deve essere fatto in fretta perché la mancanza di risposte sta diventando intollerabile”.

Toti ha ribadito che il piano delle chiusure a pezzi di A26, A10 e A12 è “inaccettabile” e spiega cosa farebbe la Regione, se aveva il potere decisionale in merito: “Un piano di messa in sicurezza che parta dalle situazioni giudicate più a rischio e via via affronti quelle meno problematiche, organizzato in modo da non distruggere la possibilità di spostarsi e di raggiungere la nostra regione, in modo che a pagare non siano i nostri cittadini e i turisti intrappolati nel traffico e le nostre imprese che già faticano a ripartire”.

“Non voglio neppure pensare che lo si faccia apposta per esasperare il clima politico della nostra regione” aggiunge polemicamente.