Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Calcio e calcio a 5, le prime certezze: l’Imperia sale in Serie D, CDM Futsal retrocessa

Non è ancora certo il destino di Athletic Club Liberi, Pietra Ligure e Molassana Boero

Più informazioni su

Genova. Oggi la Figc ha ufficializzato le modalità di conclusione e di definizione degli esiti della stagione sportiva 2019/2020 dei campionati organizzati dalla LND, sia a livello nazionale che territoriale, di calcio e calcio a 5.

Al fine di salvaguardare il primario valore del merito sportivo che caratterizza ogni competizione sportiva, si è deciso di tenere conto della situazione di classifica come maturata al momento della disposta interruzione definitiva delle stesse competizioni sportive, sia per quanto riguarda le promozioni che per quanto riguarda le retrocessioni.

In Serie D: una promozione e quattro retrocessioni per ciascuno dei nove gironi. Pertanto Savona, Sanremese e Lavagnese restano in Serie D, Fezzanese (per differenza reti), Vado e Ligorna retrocedono in Eccellenza.

In Serie C femminile: quattro promozioni (una per ciascuno dei quattro gironi, con conseguente cambio di format della prossima Serie B) e due retrocessioni per ciascuno dei quattro gironi. La Campomorone Lady resta nella categoria.

In Serie A di calcio a 5 maschile non verrà assegnato lo scudetto. L’Italservice Pesaro è qualificata alla Champions League. Tre le retrocessioni: CDM Futsal Genova (per differenza reti), Real Arzignano e Lynx Latina.

In Serie A2 di calcio a 5 maschile: tre promozioni (una per ciascun girone) e due retrocessioni dirette per ciascuno dei tre gironi più due ulteriori retrocessioni determinate attraverso la media punti.

In Serie B di calcio a 5 maschile: otto promozioni (una per ciascun girone) e otto retrocessioni (una per ciascun girone).

In Serie A femminile di calcio a 5 non verrà assegnato lo scudetto; tre le retrocessioni.

In Serie A2 femminile di calcio a 5 quattro promozioni (una per ciascun girone) e dodici retrocessioni (tre per ciascuno dei quattro gironi).

In Eccellenza dovrebbero applicarsi i medesimi criteri. Tuttavia, è concessa ai Comitati regionali la facoltà di applicare criteri in deroga, valutati gli organici dei singoli campionati a livello regionale.

Quindi l’Imperia è promosso in Serie D; non è ancora noto il destino di Athletic Club Liberi, Pietra Ligure e Molassana Boero. L’indicazione della Lnd è concedere la possibilità al Comitato regionale di non attuare retrocessioni, ma dopo aver valutato gli organici. Il concretizzarsi di un girone di Eccellenza a 20 squadre non volge a favore del blocco delle retrocessioni che, pertanto, potrebbero essere due in modo da fare un campionato a 18 squadre. Si tratta, però, solamente di un’ipotesi.

Allo stesso modo, per tutte le altre competizioni a livello territoriale saranno i Comitati regionali a decidere.