Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Borzoli in festa per la Promozione: “Abbiamo fatto un qualcosa di unico e indimenticabile” risultati

Il messaggio della società gialloblù al termine della trionfale stagione

Più informazioni su

Genova. Tra le società che festeggiano il salto di categoria c’è il Borzoli. La squadra di mister Enrico Valmati ha dominato il girone C di Prima Categoria, vincendo tutti gli incontri disputati.

La società gialloblù ha celebrato l’ufficializzazione della promozione con un messaggio diffuso sulle reti sociali.

“Il Borzoli è finalmente in Promozione. È passato poco più di un anno dalla cocente retrocessione. Volevamo ripartire forte, con entusiasmo. Non era facile, non tutti erano convinti che potessimo farcela, sopratutto con alla guida uno staff così giovane e con un solo anno di esperienza alle spalle. Non sarebbe stato facile per nessuno. Quello che abbiamo fatto tutti insieme quest’anno è qualcosa di unico e indimenticabile”.

“Per molti questa squadra era fatta da prime donne, per noi da veri uomini, per molti questo staff era composto da membri troppo giovani e inesperti, per noi è composto da persone che mettono conoscenze, abilità, cuore ed anima in tutto ciò che fanno. I primi ad arrivare, gli ultimi ad andarsene, un esempio per tutti i giocatori. Abbiamo avuto l’onore di avere ospiti le telecamere di Sky, a raccontare quel record che per molto tempo abbiamo inseguito. Abbiamo ricevuto complimenti, attestati di stima, e amicizia da molte società italiane incuriosite dai nostri risultati”.

“Tutto questo ci ha inorgoglito e resi più forti, un gruppo unito, che ora merita di festeggiare la Promozione, che solo il Coronavirus avrebbe potuto mettere in discussione. I numeri parlano da soli, 21 vittorie su 21, 63 punti, 77 reti fatte e solo 12 subite, numeri da capogiro. Volevamo far parlare di noi, lo volevamo dimostrando i nostri valori sul campo. Ringraziamo tutte le persone che ci sono state vicine e che ci hanno accompagnato in questo meraviglioso percorso, e una cosa lasciatecela dire, i più arrabbiati quando hanno interrotto i campionati eravamo noi, perché consapevoli di quello avremo potuto ancora fare. Godiamoci questi momenti, che nessuno ci può togliere, ma siamo pronti per ripartire, forti, anzi più forti di prima. Noi che siamo gialloblù”.