Attenzione

Autostrade, una nuova giornata da incubo: code su A10 e rallentamenti su A26 e A12

Il traffico è in aumento su tutte le tratte genovesi

Genova. Una nuova giornata da incubo per chi viaggia sulle autostrade genovesi è iniziata con il traffico pendolare del mattino: come ieri, infatti, si stanno creando le prime code sui principali nodi critici delle tratte interessate dai cantieri.

Sulla A10 si registrano 4 chilometri di coda tra l’innesto dell’A26 e il casello di Pegli, in direzione Genova a causa del traffico intenso delle due direttrici che convergono in una sola corsia di marcia: il tratto urbano della autostrada, tra Pra’ e Aeroporto, infatti, è interessato da uno scambio di carreggiata, e in direzione ponente i caselli compresi non sono accessibili.

Rallentamenti e code a tratti anche sulla A26, dove ugualmente si viaggia per diversi chilometri sulla stessa carreggiata con una corsia per senso di marcia a causa del cantieri presenti per gallerie e viadotti. Il punto più critico è l’intersezione con la A10, in direzione del capoluogo ligure. Disagi anche sulla A12 tra l’innesto della A7 e il casello di Genova Est con code a tratti per traffico intenso. La situazione in tutti questi tratti è in peggioramento con l’aumentare del traffico verso l’orario di punta degli spostamenti mattinieri.

Alcuni utenti in transito hanno segnalato lamiere disperse sulla corsia verso Genova, tra Arenzano e Voltri, facendo subito riferimento a nuove onduline staccatesi dal soffitto di qualche galleria: la notizia però è stata smentita da Autostrade per l’Italia che ha parlato di carico disperso da un camion in transito, immediatamente rimosso dagli operai.

leggi anche
Generica
Invivibile
Caos autostrade, le promesse del ministero: “Più treni e cantieri dilazionati fino al 30 settembre”
Generica
Bollettino
Caos autostrade, domani possibile nuova chiusura per la A10 in direzione Ponente
coda a10
Disastro
Caos autostrade, la giornata infernale non finisce: dieci chilometri di code sulla A10