Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Autostrade chiuse, incubo code in Aurelia fino a notte fonda. E oggi scatta il rientro dal mare foto

Lavori contemporanei in A10 e A12, tutto il traffico deviato sulla viabilità ordinaria e caos fino alle 3 del mattino

Più informazioni su

Genova. Nemmeno di notte si può sperare in una tregua. Nelle ore “piccole” tra sabato e domenica ancora code e traffico nel caos in Liguria, grazie soprattutto alle chiusure programmate per lavori in A10 e in A12 che hanno costretto tutti gli automobilisti a percorrere l’Aurelia con ingorghi che si sono dissolti solo verso le 3 del mattino.

A Ponente Aurelia bloccata perché l’autostrada era chiusa tra Arenzano e Voltri. Il serpentone di auto di rientro dalla serata in riviera arrivava quasi fino al casello di Pra’, da cui si poteva finalmente rientrare in A10.

Tutti in coda pure a Levante visto che la A12 era chiusa per lavori in entrambe le direzioni tra Genova Nervi e Recco. E così molti sono tornati a casa a notte fonda dopo aver passato gran parte della giornata fermi nel traffico.

Ed è solo l’assaggio di quello che succederà dal pomeriggio di oggi con i rientri in massa dal mare e il prevedibile caos che potrebbe protrarsi fino alla tarda serata. Come sempre, le tratte più a rischio saranno la A10 tra Varazze e l’immissione in A26, la A12 tra Chiavari e la confluenza con la A7 e la A26 tra l’allacciamento con la A10 e Ovada, per chi sale verso il Piemonte.

Oggi, intanto, sarà anche la giornata decisiva per il piano di controlli e chiusure dei prossimi giorni. I vertici di Autostrade sono stati convocati dal ministero dei trasporti per verificare la possibilità di cambiare la tecnica delle ispezioni in modo da concluderle entro il 15 luglio. Se questo non sarà possibile, è la minaccia di Aspi, potrebbe essere necessario chiudere completamente interi tratti di autostrada anche di giorno fino al termine degli interventi