Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Villa Pallavicini di Pegli, il 16 maggio riapre il parco: Tempio di Diana restaurato

Saranno applicate norme di distanziamento sociale

Genova. Torna ad aprire al pubblico uno dei gioielli di Genova, vale a dire il Parco Durazzo Pallavicini di Pegli, che a seguito delle nuove disposizioni il 16 maggio spalancherà i cancelli ai visitatori. Con qualche sopresa.

Ovviamente saranno predisposte misure di sicurezza sanitaria. L’ingresso nella biglietteria sarà consentito per una sola persona alla volta che dovrà necessariamente indossare la mascherina, come previsto nei luoghi pubblici al chiuso. Si fa eccezione per i minori che potranno entrare insieme a un genitore. I nuclei familiari verranno accompagnati all’interno dei cancelli mentre uno di loro effettuerà i biglietti: il traffico verrà regolato da un nostro addetto che vi accoglierà al di fuori della biglietteria.

Ad attendere i visitatori alcuni restauri che sono stati portati avanti in questi periodo di chiusura, non senza difficoltà: il Tempio di Diana, uno delle strutture più iconiche del giardino monumentale, è stato completamente ripulito e “coccolato” dallo staff, e ora è più splendente che mai.

“Come previsto da DPCM, chiederemo ai visitatori di mantenere la distanza di almeno 1 metro – si legge nella nota stampa pubblica sui canali social del parco – sia all’interno della biglietteria/bookshop, sia nel Parco da personale e altri visitatori. Al fine di garantire la vostra sicurezza e quella dello Staff, il merchandising sarà acquistabile e visionabile solo su richiesta grazie a un nostro operatore che vi fornirà i guanti, qualora non li abbiate”.

L’apertura è un’ottima notizia, anche se sussistono dei ma: “Al momento e fino a nuove disposizioni, sono sospese tutte le attività all’interno del Parco di visita guidata prevista a calendario: laboratori didattici e visite guidate con scuole e adulti, incontri con il Direttore e eventi di ogni genere – specifica la nota – Rimane al momento sospeso il servizio golfcar, il servizio Bistrot e il noleggio audioguida. Troverete nel parco attivi i distributori automatici.”

La necessità sanitaria di chiusura ha provocato una grave perdita per l’ATI Villa Durazzo Pallavicini, che ha comunque continuato a mantenere in vita il Parco: “In questi due mesi nostro personale si è occupato non solo della parte di vegetazione ma ha proseguito le opere di restauro del Parco dei Divertimenti e del Chiosco delle Rose, che stanno arrivando alla conclusione -sottolinea la direzione – Purtroppo i lavori avevano già subito ritardi nei lunghi mesi invernali a causa delle forti piogge. Speriamo di inaugurare i restauri il prima possibile insieme a tutti voi. Sostenete il Parco visitandolo e regalatevi un momento in mezzo alla Natura e alla cultura che in questi mesi abbiamo dovuto mettere da parte”.