Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Un fenicottero rosa alla foce dell’Entella, l’ultimo era stato avvistato tre anni fa

Ecco gli scatti pubblicati da Tony Solinas su Facebook, la Lipu: "È il quinto esemplare negli ultimi cinque anni"

Più informazioni su

Chiavari. Uno splendido esemplare di fenicottero rosa è stato avvistato questa mattina alla foce del fiume Entella, tra Chiavari e Lavagna. Gli scatti sono stati pubblicati da Tony Solinas sulla pagina Facebook “Gli amici dell’oasi faunistica Entella”. A dicembre un esemplare era stato avvistato in mare tra Arenzano e Cogoleto.

Generica

L’uccello “è arrivato ieri alla foce del fiume Entella per fermarsi a riposare dal suo lungo viaggio. È il quinto esemplare di fenicottero rosa che, negli ultimi cinque anni, sceglie l’oasi per fermarsi a riposare – spiega Federica Bisanti, referente Lipu per il Tigullio -. L’ultimo arrivò nel novembre del 2017 e si fermò diversi giorni prima di riprendere il volo, mentre nell’ottobre del 2015 ben 3 esemplari trovarono rifugio sul fiume, per sfuggire a una violenta perturbazione temporalesca che in quei giorni imperversava in Camargue, loro zona di provenienza. Ma, a differenza degli individui arrivati negli anni passati, che erano tutti dei giovani, distinguibili per il color grigiastro delle penne, quello arrivato ieri è un adulto col suo piumaggio rosa e il suo portamento elegante”.

Generica

“Col suo becco ricurvo ha scandagliato il fondale della foce, smuovendolo con le lunghe zampe, per stanare prima e filtrare poi gli invertebrati che trova nella sabbia e di cui si nutre; ed è proprio il caratteristico movimento delle zampe alla ricerca del cibo, fatto di piccoli, ma rapidi ‘passi sul posto’ ad avergli attribuito anche il nome di ‘Flamingo’. Alla foce dell’Entella avrà trovato insetti acquatici e molluschi per alimentarsi, ma non il suo cibo preferito: i piccoli gamberetti rosa di Artemisia salina, di cui va ghiotto e che gli conferiscono il colore rosato del piumaggio. Alla nascita, infatti, il fenicottero è completamente bianco, solo nell’età adulta acquista il suo caratteristico colore, per via dei pigmenti colorati che questi gamberetti contengono e che si concentrano nelle sue penne”, conclude l’esperta.