Quantcast
Economia

Trading Forex, ecco come trovare un broker affidabile

forex

Nel 2019 sono quasi raddoppiati i broker online, società specializzate che offrono servizi di intermediazione finanziaria per gli investitori indipendenti. Secondo i dati Consob sono 242 i broker autorizzati che operano in Italia, a fronte di un numero che era di appena 132 nel 2018. Si tratta di un fenomeno in crescita, dunque, legato alla forte richiesta di servizi di trading online da parte degli italiani.

Come scegliere un broker Forex sicuro

Se da un lato aumenta la presenza di operatori qualificati, allo stesso tempo è indispensabile prestare attenzione nella scelta del broker con cui investire. Ciò è vero soprattutto per un settore complesso come il Forex, il mercato telematico delle valute, in cui la presenza di una società affidabile è sicuramente di primaria importanza.

Per scegliere il miglior broker Forex è essenziale considerare una serie di aspetti principali, utili nella valutazione e nella selezione dell’azienda alla quale rivolgersi. Innanzitutto, è fondamentale verificare le certificazioni del broker, controllando che sia in possesso delle autorizzazioni previste dalle normative europee e della registrazione presso la Consob.

Per farlo è possibile rivolgersi all’apposita sezione inserita nella piattaforma, fare una ricerca sul portale della Consob, oppure richiedere supporto presso siti web specializzati come Migliorbrokerforex.net. Per aumentare la sicurezza è possibile eseguire dei controlli incrociati, verificando allo stesso tempo le licenze e la reputazione del broker.

 

Le funzionalità più importanti per fare trading Forex

Chi desidera investire nel Forex ha bisogno di una serie di strumenti, indispensabili per fare trading online con le coppie di valute. Per questo motivo è fondamentale assicurarsi che la piattaforma offra tali servizi e funzionalità, altrimenti non è possibile effettuare operazioni sui cross valutari in maniera efficiente e adeguata.

Ad esempio, il broker Forex deve fornire dei grafici avanzati per l’analisi tecnica, con la possibilità di personalizzare tali strumenti in base alle proprie esigenze personali. Inoltre, devono essere presenti degli indicatori da integrare nei grafici, per creare dei metodi di analisi utili per lo studio degli andamenti delle coppie valutarie.

Naturalmente l’operatore deve proporre anche un’ampia scelta di cambi, con una selezione di cross importanti come l’EUR/USD, ma anche coppie secondarie e alcune esotiche (cambi in cui una divisa è il dollaro americano e l’altra una valuta di un paese emergente). I costi non devono essere eccessivi, con possibilmente uno spread contenuto sugli eseguiti e nessuna tariffa fissa.

Per fare trading Forex è indispensabile che il broker offra anche strumenti derivati come i CFD, per investire sulle oscillazioni dei prezzi aprendo posizioni al rialzo e al ribasso. Senza contare l’utilità di aggiornamenti in tempo reale delle quotazioni, la presenza di un’app per i dispositivi mobili per monitorare le posizioni in qualsiasi momento, un efficiente servizio di assistenza e una leva finanziaria adeguata.

 

Broker Forex: come proteggersi dalle truffe?

Il Forex è senza dubbio un mercato interessante, infatti sono sempre di più i trader che effettuano investimenti sui cross valutari. Tuttavia, nonostante le enormi potenzialità, fare trading sul Forex richiede una certa esperienza e delle capacità tecniche di base. Per maturare le abilità richieste alcune piattaforme mettono a disposizione materiale formativo e supporto professionale, proponendo ai clienti un percorso di crescita.

Ad esempio, si inizia facendo pratica con un conto demo, per poi seguire corsi online, seminari, webinar, scaricare eBook e partecipare a incontri che aiutano ad aumentare le proprie conoscenze. Questo atteggiamento è un chiaro segno dell’affidabilità del broker, un altro aspetto che aiuta a determinare a chi rivolgersi per investire sul mercato valutario.

Ciononostante, esistono delle truffe anche in questo settore, quindi è importante prestare sempre attenzione e non abbassare mai la guardia. Fortunatamente ci sono strumenti con cui tutelarsi, ad esempio il servizio Occhio alle truffe! della Consob per sporgere delle segnalazioni. L’Autorità, infatti, da un anno a questa parte dispone di nuovi poteri, con cui può decidere di oscurare le piattaforme che non rispettano le regole.

In alternativa anche siti di settore come MigliorBrokerForex offrono funzionalità analoghe, per indicare eventuali atteggiamenti scorretti dei Broker Forex e aiutare la divulgazione di tali notizie nell’ambiente. Il trading Forex è sicuramente l’attività più gettonata al momento, tuttavia richiede un forte impegno e l’ausilio di operatori seri e affidabili, per evitare brutte sorprese e concentrarsi sugli investimenti finanziari.