Quantcast
Memoria

Torre piloti, sette anni dopo cerimonia senza i parenti: le sirene delle navi ricordano le 9 vittime

Commemorazione a Molo Giano senza il tradizionale corteo dove sorgeva la struttura

Genova. Con il coro all’unisono delle sirene delle navi in porto Genova ha ricordato anche quest’anno la tragedia della torre piloti. Erano le 22.59 del 7 maggio 2013 quando la nave Jolly Nero urtò la struttura causando il crollo e la morte di nove persone: Daniele Fratantonio, Giovanni Iacoviello, Davide Morella, Marco De Candussio, Giuseppe Tusa, Francesco Cetrola, Michele Robazza, Sergio Basso, Maurizio Potenza.

Una cerimonia particolarmente sobria, quella che si è tenuta a Molo Giano, quest’anno senza l’usuale corteo e senza i parenti delle vittime a causa dell’emergenza coronavirus. Presenti il sindaco Bucci, il governatore Toti e e il comandante della capitaneria Carlone. Dopo la deposizione di una corona è stata recitata la preghiera del marinaio, quindi il commovente suono delle sirene a squarciare la notte per rendere omaggio alle vite spezzate sette anni fa.

In questo luogo nel 2015 era stata inaugurata una statua mariana al centro del memoriale delle nove vittime. Il percorso con i nomi dei caduti e la statua, rivolta verso l’imboccatura del porto, occupa la stessa testata del molo dove sorgeva la torre.

Un’altra cerimonia si era tenuta al Porto Antico davanti alla stele inaugurata un anno fa che riporta i nomi di chi perse la vita il 7 maggio 2013 nel crollo della Torre Piloti del porto di Genova. “Angeli del mare che Genova non dimentica”, come porta inciso il ricordo marmoreo ai piedi del quale due marinai hanno deposto una corona d’alloro, accompagnati dal suono delle sirene di due motovedette della Marina Militare, ormeggiate vicino, e dall’applauso virtuale dei genovesi che, pur non potendo, come ogni anno, partecipare alla cerimonia rinnovano ogni anno nella mente e nel cuore il ricordo di quel tragico evento.

“Genova non dimentica questa tragedia – ha detto il sindaco Marco Bucci – anzi ne fa tesoro e nelle azioni future ne tiene conto. Infatti stiamo riprogettando completamente la Torre Piloti secondo schemi migliori dei precedenti. Questo è il messaggio che ci arriva da queste disgrazie: ricordarsi di quel che è successo per fare sì che non succeda più, lavorando in tempi ragionevoli e nel modo migliore possibile”.

Più informazioni
leggi anche
  • Ferita aperta
    Torre Piloti 7 anni dopo, cerimonia con mascherina davanti alla stele per le 9 vittime
    commemorazione torre piloti 2020