Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

“Sostieni il tuo negozio di fiducia”, la campagna di Federmoda in vista delle riaperture

Le associazioni di categoria invitano i cittadini a puntare sui negozi di prossimità, maggiormente a rischio a causa dell'emergenza Coronavirus

Più informazioni su

Genova. “Sostieni il tuo negozio di fiducia”. È il messaggio che tutte le attività commerciali di vicinato associate a Federmoda Ascom Genova e a Confcommercio che animano i nostri territori, che contribuiscono a rendere uniche le nostre città, vogliono lanciare a tutta la cittadinanza attraverso l’esposizione di un semplice cartello. “Un messaggio semplice – spiega Gianni Prazzoli, Presidente Federmoda Confcommercio Genova, che vuole rappresentare un barlume di positività in questo periodo buio nella speranza che serva a far capire che i piccoli negozi di vicinato sono l’anima e la luce delle città e dei centri storici”.

“Fra pochi giorni riapriremo i nostri negozi in totale sicurezza e avremo bisogno di tutto il vostro supporto per continuare a dare vita ai nostri quartieri e a garantire un posto di lavoro ai nostri tantissimi dipendenti – continua Manuela Carena, la vicepresidente – per i vostri acquisti scegliete con il “❤️” e quindi scegliete noi, scegliete i negozi che esporranno questo cartello sia nelle loro vetrine fisiche che virtuali e sosteneteci perché quello che desideriamo di più è tornare ad accogliervi e a servirvi al meglio!”

“Ben vengano inoltre – continua Manuela Carena – tutte le iniziative e le manifestazioni di protesta spontanee nate sui social, come la consegna delle chiavi, le saracinesche aperte, che puntino i riflettori sulle problematiche dei commercianti, perché rafforzano ulteriormente il messaggio che Confcommercio e Federmoda già dall’inizio di questa emergenza stanno lanciando e le richieste che hanno fatto e stanno facendo. Realtà associative come Confcommercio e Federmoda si interfacciano con le istituzioni e portano al tavolo delle trattative a cui siedono anche le altre parti della società civile. Da sempre quindi ci prendiamo cura e onere di raccogliere le esigenze dei commerciati e di portarle a questi tavoli istituzionali, un lavoro alle volte ingrato perché svolto dietro le quinte e quindi poco visibile, ma non per questo meno efficace”.

“Ricordiamoci quindi che misure come per esempio cassa in deroga, bonus per partite iva, credito d’imposta su affitti, posticipo data saldi e altri che dovessero arrivare, sono risultati portati a casa grazie al pressing senza sosta di Confcommercio Nazionale e locale e Federmoda. Quindi sosteniamo questo importante lavoro non solo durante momenti di emergenza, ma tutto l’anno”, conclude Prazzoli.