Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Sgarbi a Genova presenta i Rolli Days senza mascherina: “Interdizioni folli, vi hanno messo paura”

Il critico d'arte in città come presidente della Fondazione Pallavicino: "È una suggestione mondiale, non siamo in pericolo"

Più informazioni su

Genova. “I cittadini non devono avere paura. Non siamo in pericolo, anche se voi siete allarmati. O forse sono io incosciente”. Vittorio Sgarbi si presenta a Genova, in conferenza stampa al chiuso senza mascherina, per dare il via alla Rolli Days Digital Week, edizione speciale tutta online per rimediare al lockdown che proprio in questi giorni inizia ad allentarsi sul serio.

Generica

Il critico d’arte e deputato del gruppo misto è stato invitato come direttore artistico della Fondazione Pallavicino che quest’anno scopre al pubblico lo splendido palazzo Interiano Pallavicino in piazza Fontane Marose, dove si è tenuta la presentazione. La settimana dei Rolli Days, organizzata in formato digitale prima della riapertura dei musei decisa dal Governo a partire da domani, è già iniziata il 16 maggio e si può seguire sul portale turistico del Comune dove ogni giorno fino al 23 maggio verranno caricati contenuti video esclusivi sulle dimore genovesi patrimonio Unesco dell’umanità.

Quella della pandemia, secondo Sgarbi, è una “suggestione mondiale. Abbiamo scelto la linea italiana, molto rigida. Il contagio si è diffuso al 60% negli ospedali e al 30% nelle case di riposo. Che vuol dire persone malate e anziane, e vuol dire aver sottoposto bambini e persone che non correvano alcun rischio a interdizioni folli. Se vai a cercare il contagio all’aria aperta non lo trovi. Perché non posso andare su una spiaggia? Abbiamo una società impaurita, dobbiamo liberarla dalla paura”.

Non è certo la prima volta che le posizioni di Sgarbi sul tema fanno discutere. Settimane fa era finita alla ribalta la sua polemica social con Matteo Bassetti, primario di malattie infettive del San Martino, che lo aveva diffidato dal citarlo. Ora Sgarbi si è presentato a Genova volutamente senza mascherina, nonostante fosse in un luogo chiuso, accanto al sindaco Marco Bucci che invece diligentemente indossava quella con la croce di San Giorgio, simbolo di Genova a lui molto caro.

“Il momento in cui tutto riprenderà sarà quello in cui le persone sapranno che è proibito portare la mascherina all’aria aperta perché è pericoloso – prosegue Sgarbi durante l’intervista a margine -. Noi viviamo in un incubo mediatico con un’informazione che parla di morte. Occorrerà cominciare a dare informazioni di speranza, rassicurazione”.

Per Sgarbi la chiusura dei musei è stata incostituzionale (“Lo abbiamo stabilito nel 2015, sono servizi essenziali non meno dei supermercati”, afferma) e la Rolli Days Digital Week è un evento “concepito con intelligenza, ma su un piano che non corrisponde alla città che è un luogo meraviglioso da vivere. Puoi farlo dal 16 al 23 maggio, ma lo puoi fare per tutta la vita. È il segnale di una impotenza per cui si è tentata una compensazione con un principio abile ma non risolutivo”.