Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Riva Trigoso, 50 euro al barbiere e non vuole il resto: “E’ due mesi che non lavorate”

Nei primi giorni di riapertura l'inatteso gesto di solidarietà da parte di un cliente

Più informazioni su

Sestri Levante. Il cliente di un salone di parrucchieri a Riva Trigoso ha ringraziato con un gesto di solidarietà il negozio che a lungo non aveva potuto frequentare per via del lockdown.

“Taglio e barba, sono 13 euro”. Il conto, ma l’uomo, dipendente di una società di telecomunicazioni, dopo aver pagato con una banconota da 50 euro euro non ha voluto prendere il resto. “Tenetelo, è un segno di solidarietà con voi che non lavorate da due mesi”.

I titolari dell’attività, la barberia Viva’s, Giorgia e Alessandro Vivarelli, sono rimasti sinceramente commossi: “Senza parole, questo gesto conta più dei 600 euro dell’Inps”. “Non è una mancia – ha insistito il cliente – io ho continuato a ricevere lo stipendio”.

Nei giorni scorsi aveva fatto notizia l’episodio avvenuto a Marsala, in Sicilia, dove lunedì il frequentatore di un bar, entrato dopo due mesi di lockdown, ha pagato un caffè con 50 euro e ha lasciato il resto ai gestori per lo stesso motivo.